Tre salentini alla Coppa Italia di judo

Si tratta (da sx a dx nella foto) di Alberto Legittimo nella categoria 90 kg, Letizia Calogiuri, 57 e Roberto Orlando, 73. La manifestazione si svolgerà in Friuli il 6 e 7 novembre

Il “Palafiom” di Taranto ha ospitato domenica scorsa le qualificazioni alla Finale di Coppa Italia di Judo riservata alla categoria Juniores/Seniores, Maschile e Femminile. Tre gli atleti salentini che hanno staccato il biglietto per la prestigiosa competizione che prenderà il via sabato 6 novembre a Sacile del Friuli, in provincia di Pordenone. Si tratta di Roberto Orlando nella cat. 73 kg, Alberto Legittimo nella cat. 90 kg e Letizia Calogiuri nella cat. 57 kg. In particolare, Roberto Orlando, tesserato per l’Asd Judo Club di Ruffano, ha guadagnato la finale della Coppa Italia eliminando Roberto Guido dell’Asd Dojo Arashi di Cutrofiano e Carlo Zaccaro dell’AS Canosa prima di perdere contro il titolato Luigi Bartoli del Centro Judo Sankaku di Bari, atleta di interesse nazionale, primo nella categoria. Ripescato, Orlando ha poi battuto Nicola Accettura nello spareggio per il 3° e 5° posto, accedendo alla fase nazionale come terzo classificato. Primo posto in graduatoria, invece, per Alberto Legittimo, tesserato per l’ASD Athletic Judo di Melissano, che nell’insidiosa categoria dei 90 kg ha eliminato Pietro Lerario della Società Ginnastica Angiulli al primo combattimento, Luigi D’Antonio dell’AS Kankudati di Bari nel secondo combattimento e Giacomo Iacobellis della Judo Italia di Triggiano nella finale, tutti e tre per Ippon, ovvero la cosiddetta tecnica perfetta. Infine, nella sezione femminile, Letizia Calogiuri dell’ASD Judo Club Olimpia di Lizzanello ha superato, in successione, Janet Bellucci dell’AS judo Club Ruffano con una sommatoria di tecniche che ne hanno decretato la vittoria per Ippon, Francesca Dentice dell’A.S. Royal Club 2000 di Manduria con una serie di tecniche che hanno sfiorato la perfezione (Ucci Mata) e la fortissima Francesca Greco della Kyai Ostuni, cintura nera III Dan (la Calogiuri è cintura marrone). Le prestazioni dei tre judoka salentini nella fase di qualificazione fanno ben sperare in vista della competizione del 6 (riservata al settore maschile) e del 7 novembre (riservata al settore femminile): “Sono molto soddisfatto del lavoro svolto dai nostri atleti – ha dichiarato il delegato provinciale della FIJLKAM Gianfranco Marchello –, ma per scaramanzia preferisco non esprimermi sull’esito della finale. Piuttosto auguro ai tre qualificati la migliore posizione nella classifica finale e ringrazio gli istruttori Roberto Orlando, Vincenzo Greco ed Alessio Marchello, rispettivamente della Judo Club Ruffano, dell’Athletic Judo Melissano e del Judo Club Olimpia Lizzanello, per il lavoro e l’impegno che hanno profuso per ottenere quest’importante risultato”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!