Sequestrata area gestita dall'acquedotto pugliese

Oria. La zona è sito di smaltimento di acque reflue depurate, con liquami fognari fuoriusciti dai pozzi lungo la condotta di convogliamento

I carabinieri del nucleo operativo ecologico di Lecce, nel corso di un controllo ambientale effettuato a seguito di numerose segnalazioni pervenute da cittadini abitanti di Oria, in località “Case piccinne”, hanno sottoposto a sequestro penale un'area di circa trentamila metri quadrati, di fatto, utilizzata come sito di smaltimento di acque reflue depurate, in quanto quasi totalmente interessata da impaludamenti con presenza di liquami fognari fuoriusciti dai pozzetti ubicati lungo la condotta di convogliamento delle acque reflue. L'area sequestrata, prevalentemente di proprietà comunale, è gestita dall'Acquedotto Pugliese. Sono in corso le indagini per individuare tutte le responsabilità.

Leave a Comment