Presepe vivente delle scuole dell’infanzia

Il presepe vivente dei piccoli alunni leccesi sarà visitabile oggi e domani presso la scuola “Topolino” di via Marugi

In occasione del Natale l’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Lecce ha ideato e realizzato la manifestazione “Magicamente insieme per vivere il Natale”. Gli alunni delle scuole dell’Infanzia comunali Archimede, Banda Bassotti, Biancaneve, Cappuccetto Rosso, Cenerentola, Istituto Saraceno, Paperon de Paperoni, Pongo e Peggy, Qui Quo Qua e Topolino, circa 400 bambini, grazie all’impegno ed al lavoro svolto dalle insegnanti, dal personale della Pubblica Istruzione e alla fattiva collaborazione delle famiglie, saranno i protagonisti di un Presepe Vivente e faranno rivivere le vecchie tradizioni del Natale, gli antichi mestieri e riproporranno scene della vita quotidiana di un tempo. Percorrendo la via del Presepe il visitatore incontrerà la casa tipica leccese dove si svolgono le attività di preparazione al Natale, la locanda piena di avventori, la “chiazza cuperta” dove i commercianti propongono i prodotti del nostro territorio, gli antichi mestieri fatti rivivere per l’occasione, la tipica casa del pescatore posizionata davanti ad un mare in fermento. Alla fine di questo percorso tra luci incantate, ninne nanne e musiche si giungerà alla capanna dove si svolgerà la rappresentazione della nascita di Gesù Bambino. Il Presepe si potrà visitare oggi e domani dalle ore 16 alle 19 presso la Scuola dell’Infanzia Comunale Topolino sita in via Marugi. La manifestazione si aprirà con lo spettacolo “Magia di Natale” a cura della Scuola di Danza “New Energy” di Arnesano (direttrice artistica Jessica Rizzo). L’allestimento degli spazi esterni del Presepe è stato curato dalla Ditta “Edilizia e Servizi” di Gianni Serafino e le illuminazioni dalla Ditta “De Cagna”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!