Montinaro a capo di Confindustria Ambiente

Mario Montinaro è il nuovo presidente della Sezione Ambiente di Confindustria Lecce. Eletti anche vicepresidente e Consiglio

Mario Montinaro è il nuovo presidente della Sezione Ambiente di Confindustria Lecce. L’assemblea di Sezione, riunitasi nei giorni scorsi, lo ha eletto per il prossimo triennio. Ringraziando il past president Luigi Zilli ed i colleghi per la fiducia accordatagli, il neo presidente Montinaro ha detto che occorre portare avanti un’azione forte a vantaggio delle imprese del settore che, a causa della crisi ma soprattutto della peculiarità dei servizi che svolgono, si trovano in una situazione davvero critica e per certi versi addirittura drammatica.“E’ sotto gli occhi di tutti – afferma Montinaro – la difficile situazione finanziaria in cui versano le imprese che si occupano di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Una contingenza della quale mi farò carico di ricercare una soluzione tempestiva con gli ATO, onde evitare che anche in Puglia si verifichino emergenze rifiuti tristemente note in altre regioni italiane. La Puglia ed il Salento non meritano gli onori della cronaca per tali problematiche”. Milioni e milioni sono gli euro di debito accumulato dagli Ato e le imprese si trovano nell’impossibilità di continuare a fare fronte ai propri impegni. “Il nostro – continua Montinaro – è un servizio di pubblica utilità ed i nostri sforzi non vengono riconosciuti. Abbiamo la responsabilità di tantissimi lavoratori per i quali ogni giorno cerchiamo i mezzi che garantiscano i livelli occupazionali e la retribuzione. Ma il sistema è vicino al collasso”. Un’altra questione sulla quale il nuovo presidente si è detto deciso ad intervenire riguarda i bandi di gara. “Non è possibile contestare dopo – spiega Montinaro – il capitolato a base di una gara. E’ necessario che si trovino gli strumenti per approntare, in sinergia con gli enti locali, bandi che siano convenienti per la pubblica amministrazione, ma che allo stesso tempo garantiscano adeguata qualità nei servizi e giusta e lecita remunerazione per l’impresa. Contestare dopo, non porta ad alcun risultato e rischia di compromettere la salute pubblica e la stabilità dell’intero comparto”. Ma l’impegno del nuovo presidente sarà rivolto anche alle imprese che non operano nel campo dei rifiuti solidi urbani. L’intenzione è quella di allargare la rappresentanza a servizi quali l’acquisto di gasolio, attrezzature per la sicurezza, assicurazioni, ecc. Vicepresidente è stata eletta Domenica Rizzello. Nella stessa seduta è stato votato il consiglio, formato da sette componenti: Giampiero Corvaglia, Martino Lacatena, Vito Margiotta, Giampiero Perniola, Vito Ruggieri Fazzi, Alessio Tundo e Federico Zilli. Sono stati eletti, altresì, Fabio Montinaro, quale rappresentante nel Comitato Piccola Industria e Giampiero Corvaglia nella Commissione Internazionalizzazione di Confindustria Lecce.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!