Esordio infelice per la Casarano Rally Team a Piacenza

Rudy Lucrezio non va oltre il quarto posto di gruppo in una gara resa ulteriormente insidiosa dalla condizioni climatiche

Comincia in salita il cammino nella Coppa Italia Rally 2010 di Rudy Lucrezio pilota portacolori della Scuderia automobilistica Casarano Rally Team che nello scorso weekend ha preso parte ad una travagliata edizione del Rally delle Valli Piacentine, gara che ha aperto il tris di appuntamenti che nel giro di un mese assegnerà i vari titoli. Il driver casaranese, appartenente all’Autoclub Nazionale forze di Polizia Squadra corse Carabinieri, affiancato da Silvio Tabacchino in gara sulla sua Renault Clio Rs light di classe A7 si è infatti dovuto accontentare di un doppio quarto posto di gruppo e di classe (classifica stralcio per i soli iscritti alla Coppa Italia ndr), risultato frutto di una gara pesantemente condizionata dal meteo con nebbia e soprattutto la pioggia che ha reso viscido il manto stradale creando anche in alcuni tratti una scivolosa coltre di fango. Una situazione che ha sconsigliato sin dal via una possibile strategia di attacco prediligendo una scelta votata più alla sicurezza che non al rischio. Le condizioni dell’asfalto hanno infatti reso l’assetto della sua Clio Rs light precario il che sommato ad un percorso di gara particolarmente selettivo e a lui completamente sconosciuto ha prodotto tempi piuttosto alti che lo hanno visto attestarsi costantemente fino a due prove dal termine al terzo gradino del podio di classe A7, prima di subire il recupero di Pellitteri. Dunque una gara più difficoltosa del previsto per l’alfiere Casarano Rally Team, detentore del titolo di gruppo A nella Coppa Italia che nella generale ha chiuso al 45° posto assoluto, 16° tra gli iscritti alla serie promossa dalla federazione Aci-Csai. Appena varcata la pedana d’arrivo Lucrezio ha dichiarato: “È stata una gara difficilissima e piena di insidie, è chiaro che con l’asciutto si poteva fare meglio; visto il tempo e le condizioni delle strade abbiamo preferito mantenere un ritmo prudente. Non ci sembrava opportuno rischiare inutilmente anche perchè si poteva rovinare tutto con una uscita di strada. Ho cercato di evitare qualunque tipo di errore puntando a raggiungere il traguardo assicurandomi i primi punti di Coppa. Ora andremo in Sicilia dove saremo costretti a dare il massimo”. 30 ottobre 2010 – Coppa Italia Rally: Rudy Lucrezio difende il titolo di gruppo Con la soddisfazione per aver conquistato la vittoria di classe A7 nel Challenge Rallies Nazionali di Settima Zona, Rudy Lucrezio, pilota portabandiera della Scuderia automobilistica Casarano Rally Team, è più che concentrato sul suo prossimo impegno agonistico previsto per questo fine settimana sulle rive del fiume Trebbia, a metà strada tra le provincie di Piacenza, Genova e Pavia, “location” del 23°Rally delle Valli Piacentine, prima delle 3 finali valide per l’aggiudicazione della Coppa Italia Rally 2010. Motivato, grintoso e determinato il 39 enne pilota di Casarano si presenterà al via della gara con la stessa vettura, la Renault Clio Rs light con cui ha disputato durante l’anno il Challenge di zona, serie nella quale oltre a vincere la propria categoria è giunto 2° nella classifica di Gruppo A e 4° assoluto; risultati che gli hanno di fatto garantito per il secondo anno consecutivo la chiave d’accesso alle fasi finali della prestigiosa serie che mette a confronto i protagonisti che hanno vivacizzato le varie classifiche dei nove Challenge di zona in cui l’Italia è suddivisa. L’obiettivo principale per il veloce driver salentino è quello di confermare il titolo di gruppo A conquistato nella Coppa Italia Rally dello scorso anno ma anche quello di ribadire il proprio valore nella lotta di classe, il cui successo 12 mesi fa gli sfuggì per effetto della discriminante. Per questo nelle chiare intenzioni di Lucrezio c’è la volontà di far bene sin dal primo appuntamento puntando ad un piazzamento di vertice sia in gruppo che in classe A7. La gara che attraversa le Valli del Trebbia, del Nure, la Val Tidone e la Val Staffora sarà comunque molto difficile sia per la complessità del percorso a lui completamente sconosciuto (concentrato di prove tecniche ed insidiose dall’aderenza mutevole) e sia per il potenziale degli avversari: veloci, di grande valore ed esperti. Al fianco di Lucrezio siederà Silvio Tabacchino, gentlemen casaranese spesso impegnato al volante ma che non lesina il massimo impegno ogni qualvolta è chiamato a ricoprire il ruolo di seconda guida. “Non ho mai corso sugli asfalti emiliani” ha dichiarato Lucrezio poco prima della partenza per il borgo medievale di Bobbio (Pc) “Sarà importante tenere sempre alto il livello di concentrazione, cercherò di sfruttare al meglio la conoscenza e il potenziale della vettura che abbiamo recentemente rialzato sostituendo anche i dischi freni. Dividerò l’abitacolo con Silvio con cui ho già corso con soddisfazione. Apprezzo molto la sua capacità di gestire con professionalità le varie situazioni di gara, anche le più estreme; aspetti che per un pilota si traducono in sicurezza e tranquillità”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!