Don Cesare Lodeserto. Processo rinviato ad aprile

Lodeserto, in primo grado, era stato condannato a 5 anni per i reati di violenza, minaccia, ingiuria, sequestro di persona

Per impedimenti di alcuni avvocati della difesa, era stato rinviato a oggi il processo d'appello nei confronti di Don Cesare Lodeserto, ex direttore del Cpt Regina Pacis di San Foca, la più importante struttura detentiva in Italia, in cui venivano reclusi i cittadini stranieri sprovvisti di regolare titolo di soggiorno. A causa di nuovi impedimenti dei legali, oggi, il processo giunto in appello è stato rinviato al 15 aprile. Don Cesare è imputato a vario titolo e in concorso con altre tre persone, il nipote Giuseppe detto Luca, Natalia Vieru e Armando Mara, per i reati di violenza, minaccia, ingiuria, sequestro di persona. Lodeserto, già condannato in primo grado con rito abbreviato a cinque anni e sei mesi di reclusione, si trova in Moldavia.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!