Disoccupazione giovanile: l'inerzia della politica locale

Per Wojtek Pankiewicz (Centro Moderato), l'amministrazione leccese “gioca in difesa”, come nel caso Bat, ovvero agisce dopo che il problema è esploso. E' invece necessario programmare

Presieduto dal coordinatore, il consigliere comunale, Wojtek Pankiewicz, si è riunito il coordinamento del Centro Moderato – Partito della Nazione. per discutere dell’allarmante problema della disoccupazione giovanile in crescita, come rilevato dall'Istat. Il coordinamento ha evidenziato l’inerzia della politica nazionale e locale. “L’amministrazione Perrone – recita la nota – si trastulla per settimane intere con l’annuale psicodramma collettivo se la Fiera di Natale deve stare un metro più in qua o un metro più in là e considera priorità assoluta continuare a ricoprire la nostra campagna con distese di pannelli solari, senza alcuna programmazione,compromettendo il paesaggio, l’identità rurale e la vocazione turistica. Si gioca solo in difesa, quando esplodono le vertenze come la Bat. Sarebbe necessario, invece, sedersi attorno a un tavolo per aprire confronti seri e continui per arrivare a strategie concrete sull’occupazione giovanile, mettendo a punto un progetto di sviluppo per la città e per il Salento, un progetto di rilancio economico e sociale del territorio. Lecce città capoluogo potrebbe e dovrebbe avere un ruolo trainante in questo”. Il Centro Moderato – Partito della Nazione fa sapere che si adopererà in tutti i modi possibili perché si incominci a lavorare proficuamente per mettere in campo i giusti rimedi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!