Quintana: “apriamo la pista Prototipo di Nardò a manifestazioni pubbliche”

Lo dice il capogruppo Udc in Provincia per il reintegro dei dipendenti delle cooperative afferenti alla Ntc – Nardò Technical Center

La proposta è di aprire la pista prototipo di Nardò a manifestazioni sportive pubbliche dedicate al mondo dei motori. E' l'idea del consigliere provinciale Sandro Quintana, capogruppo Udc e presidente della V commissione che da tempo pone al centro dell'attenzione pubblica, le preoccupazioni che vivono i dipendenti delle cooperative afferenti alla società Ntc – Nardò Technical Center – di Nardò, alcuni dei quali in regime di cassintegrazione, altri senza un minimo sostegno, se non quello del welfare familiare. “Dopo due precedenti incontri nei quali ho cercato di stabilire un dialogo tra le parti sindacali e la proprietà, ho riscontrato dopo il mio intervento, l'interesse della Sen. Adriana Poli Bortone, degli assessori provinciali e della Vicepresidente della Regione Loredana Capone, consapevole che la vicenda debba essere risolta al meglio grazie all'impegno trasversale di tutti i rappresentanti in seno al consiglio provinciale. A ciò che fino ad ora si è detto e stabilito, il sottoscritto avanzerà formalmente una richiesta di proposta di apertura della pista prototipo di Nardò a manifestazioni sportive pubbliche dedicate al mondo dei motori. Permettere l'apertura della pista, fermo restando la volontà e il buon senso della proprietà, nel prossimo futuro potrà essere un elemento di reintegro delle figure professionali che fino a pochi mesi addietro hanno prestato servizio, e un importante strategia di co-marketing territoriale da attuare insieme agli enti pubblici (Comune di Nardo, Provincia di Lecce, Regione Puglia) da proporre al mondo ed agli appassionati dei motori. Il mio impegno sarà rivolto nei prossimi giorni a formalizzare una sintesi di proposta in tale direzione da sottoporre al consiglio provinciale ed alla proprietà Ntc, certo che occorra giungere ad azioni concrete per il bene dei lavoratori e del territorio salentino”. 18 ottobre 2010 – Ntc Nardò: formazione per ricollocare i cassaintegrati Un tavolo di relazioni industriali (composto da Provincia, Regione, organizzazioni sindacali, società Nardò Technical Center, cooperative di lavoro) e corsi di formazione professionali per il ricollocamento dei lavoratori in cassa integrazione fino al 2013. Sono queste le conclusioni a cui è pervenuta 5^ Commissione consiliare della Provincia, presieduta da Sandro Quintana, riunita per l’esame della situazione dei lavoratori della struttura di collaudo automobilistico di Nardò. Alla seduta hanno partecipato la vice presidente della Regione Puglia Loredana Capone, l’assessore provinciale alle politiche del lavoro e formazione professionale Ernesto Toma e l’assessore provinciale alle attività produttive Salvatore Perrone. L'assessore Toma ha manifestato la disponibilità della Provincia a realizzare specifici corsi professionali che potrebbero permettere a una parte dei lavoratori di ricollocarsi presso le case automobilistiche che effettuano i test sulla pista neretina. “Propedeutico a qualsiasi decisione – ha dichiarato l’assessore Toma – sarà l’esame approfondito della situazione svolto attorno al tavolo con la presenza di tutti i rappresentanti sindacali, delle istituzioni, della società Ntc e delle cooperative”. Articolo correlato La vicenda Ntc di Nardò arriva in Parlamento (13 ottobre 2010) Cassaintegrati Ntc: convocato tavolo in Provincia (22 settembre 2010)

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!