La nuova agricoltura pugliese al Salone del Gusto di Torino

Degustazioni, itinerari e laboratori, con Regione Puglia, Unioncamere e Slow Food. Saranno presenti 48 aziende, 45 bancarelle e 12 presidi

Sarà un racconto a tutto tondo quello che la Puglia offrirà al Salone del Gusto di Torino, che per questa sua ottava edizione ha scelto “Cibo e Territorio” quale tema conduttore. Dal 21 al 25 ottobre, a raccontare questo legame tra prodotti tipici di qualità e provenienza territoriale saranno le 48 aziende pugliesi, organizzate in 45 bancarelle, selezionate da Slow Food sulla base principalmente della qualità dei prodotti, dei riconoscimenti ottenuti, dell'appartenenza ai presidi, dell'adesione ai progetti di valorizzazione dei territori, di educazione al gusto e salvaguardia dell'ambiente. Con loro, i dodici Presidi pugliesi, tra cui la Mandorla di Toritto e la Cipolla Rossa di Acquaviva. New entry: il Biscotto Cegliese, il Pomodoro Regina “a filo” di Torre Canne e la Carota di Polignano a Mare. E, naturalmente, ci saranno tutte le attività di Slow Food Puglia, “regia” della partecipazione pugliese al Salone di Torino, organizzata e sostenuta dall’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia e da Uniocamere Puglia. I visitatori saranno accompagnati in un viaggio alla scoperta dei profumi, dei sapori e dei colori pugliesi, che si snoderà non solo tra le bancarelle del mercato, ma anche attraverso le esperienze sensoriali dei percorsi enogastronomici, dedicati all’olio extravergine d’oliva, al vino, ai formaggi, ai cereali, a carne e salumi, al pesce e ai dolci. Da non perdere le “Soste Slow nella Puglia dei Sapori”, itinerario fra i due mari e l’entroterra della Puglia, occasione per scoprire il patrimonio storico, artistico e culturale che ogni pietanza pugliese può rivelare. Non potevano mancare, poi, i Laboratori del Gusto, per imparare a degustare le tipicità pugliesi, ed i Laboratori Didattici curati dalle Masserie Didattiche di Puglia, dove i più piccoli si cimenteranno nella preparazione delle orecchiette e nella filatura della lana. “La Regione Puglia – dichiara l’Assessore regionale Dario Stefàno – non può mancare al Salone del Gusto, occasione importante di promozione del nostro agroalimentare, che stiamo accompagnando verso un nuovo protagonismo. Siamo convinti, infatti, che sulla qualità e l’identità, elementi che caratterizzano le nostre specificità enogastronomiche, sia possibile costruire una prospettiva di successo per tutto il comparto pugliese. Per questo ci piace offrire, anche a Torino, un “racconto” a tutto tondo della Puglia, attraverso i nostri prodotti, capaci di svelare la bravura e la passione degli operatori di tutta la filiera, l’attaccamento alle tradizioni ma anche la creatività nel leggere la modernità, la valorizzazione delle micro-economie locali e delle filiere corte, che tutti assieme stiamo facendo. Un lavoro quotidiano, che in queste occasioni ci consente di presentare un patrimonio straordinario di prodotti, ambasciatori dei valori e delle tradizioni che rendono unica la Puglia”. “Il Salone del Gusto – spiega il Presidente di Unioncamere Puglia, Luigi Farace – è un viaggio nelle identità agroalimentari dei territori, quest’anno organizzato per regioni e aree del mondo che presentano le loro eccellenze. Il Salone riflette la filosofia della nuova agricoltura, che sposa e promuove i grandi temi della sostenibilità ambientale e della tracciabilità dei prodotti. Un circolo virtuoso di buone pratiche e salvaguardia della tradizione che vede nella Puglia un’ottima fucina. Inoltre, quest'anno in particolar modo, visto l'alto numero di adesioni pervenute da parte di aziende produttrici di olio, si è cercato di garantire una equilibrata rappresentanza dei prodotti e dei territori, sempre sulla base degli standard qualitativi delle aziende, verificabili sulla Guida agli oli extra vergini di oliva di Slow Food”. “Raccontare la Puglia, è impresa non facile – aggiunge Michele Bruno, Presidente di Slow Food Puglia -, perché è un territorio che esprime elementi comuni, ma anche tante differenze. Questa è la sfida che Slow Food Puglia raccoglie, impegnandosi a far vivere ai partecipanti ai Laboratori del Gusto tutte le sfaccettature di una terra generosa, caratterizzata da una biodiversità straordinaria e attraversata da culture diverse, ognuna con le proprie ricchezze, la propria identità, i propri sapori. Nelle edizioni passate si è potuto constatare che le degustazioni sono per gli ospiti preziose occasioni di incontro, di confronto, di scoperta, di crescita, anche in virtù della tipologia di pubblico del Salone del Gusto, costituito non solo da appassionati e curiosi, preparati e motivati, ma anche da tanti professionisti del settore. L’auspicio è che, nell’edizione 2010, sia sempre in ascesa la qualità di visitatori dello stand Puglia, affinché cresca il numero di “ambasciatori” della nostra terra e dei nostri prodotti d’eccellenza, in Italia e nel mondo”. Le aziende pugliesi presenti al Salone del Gusto 2010 Mucci Giovanni srl, Le deliziose pasticceria, Cooperativa Allevatori Putignano, Caseificio Artigianale Famiglia Olanda, D’Ambruoso Francesco, Altamura Slow – Azienda agricola Lorusso Luigi, F.lli Striccoli srl, Villantica Liquorificio, Pastificio Benedetto Cavalieri, Ortaj Coop. Srl, Terra Apuliae srl, Si.En. snc Produzione artigianale salumi salentini, Consorzio Agrumicoltori Salentini, La Panetta forno a legna, Colimena srl, Salumificio Santoro, Olearia Clemente, De Carlo srl, Frantoio Galantino snc, Primoljo. Coop. Olivicoltori Andriesi, Consorzio Cazzetta, Azienda agricola Masseriola, Bio Gaudiano soc. cop. Agr., Azienda agricola Stasi – Oleificio Stasi srl, Oleificio Cooperativo Goccia di sole, Frantoio Intini srl, Agricola Tamborino Frisari “Corte de’ Droso”, Finis Terrae srl, Oleificio coop. Coltivatori Diretti Produttori di Ostuni, Aziende agricole Di Martino, Soc. agricola F.lli Savoia, Consorzio Paniere di Puglia – Puglia Alimentare srl, Graco snc, Azienda agricola Francesca Stajano, MR di Rossella Tondo, Azienda agricola Sabatelli Giovanni – Masseria Giummetta, Azienda agricola Caposella, La Motticella, Azienda agraria Paolo Petrilli, Coop. Olearia e Produttori agricoli soc. coop., Azienda agricola Di Micco Pasqua, Sololio soc. coop. Agr., Agricola Cusmai Salvatore, Carbone sas di Carbone Fernando & C., Aproli Bari soc. coop. Agr., Le tre colonne, Terre di San Vito, Tocchi di Puglia. Gli appuntamenti dell’assessore Stefàno al Salone de Gusto 2010 – sabato 23,” Identità Golose”, cena organizzata da Slow Food con stampa di settore ed addetti ai lavori: saranno serviti piatti che esalteranno le tipicità e i presidi di 4 regioni, compresa la Puglia; – domenica 24 incontro moderato da Augusto Grandi de Il Sole 24 ore, in cui Ismea e Slow Food presenteranno in anteprima l'indagine 2010 sulla produzione Dop e IGP (consumi, fatturato, export, mercati). – pomeriggio di domenica 24 vista alle aziende espositrici Sia il 23 che il 24 l’assessore Stefàno e l’assessore Elena Gentile incontreranno l’associazione “Pugliesi nel Mondo”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!