Tutta la magia di Sokolov

Al Teatro Politeama Greco per la Stagione della Camerata Musicale Salentina il grande pianista russo. Intervista al maestro Camicia

Magia, libertà, originalità. E' anche questo il grande pianista russo Grigory Sokolov che martedì sera al Politeama Greco di Lecce inaugura il Cartellone della 41 Stagione della Camerata Musicale Salentina. Sokolov è considerato dalla critica internazionale uno dei più grandi pianisti dei nostri giorni. Ogni suo concerto è un trionfo. “Un grande interprete per una musica sublime” dice il maestro Pier Luigi Camicia, direttore artistico della Camerata Musicale Salentina. Che sottolinea l’interpretazione magica del pianista Sokolov e dice di un concerto “intimistico per certi versi”. Un repertorio che spinge al sentire intimo. Il maestro Camicia sottolinea anche il grande impegno dell’Istituzione per portare il grande pianista russo a Lecce. Nato a Leningrado ha intrapreso gli studi musicali all'età di 5 anni. A sedici anni ancora studente registrava fama a livello mondiale. Ha collaborato con le più importanti orchestre. La “Philarmonica” di Londra, il “Teatro alla Scala”, “La New York Philarmonic”, “Le filarmoniche di Mosca e di San Pietroburgo”, per fare dei nomi. Il maestro eseguirà di J. S. Bach “Partita n.2 in Do minore Bwv 826”, di J. Brahms “Fantasie op. 116 (1892)”, di R. Schumann “Scherzo, Giga, Romanza e Fughetta op. 32 (1838-1839)”, “Humoreske in Si Bem. Maggiore op. 20” (1838-1839).

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!