Medico non versa all'Asl le somme incassate dai pazienti

Lecce. Omette di versare gli incassi delle prestazioni rese e si appropria di oltre 2mila euro. Denunciato per peculato

Un medico specialista, dipendente di un presidio ospedaliero della provincia, autorizzato a svolgere l’attività libero professionale presso il proprio studio privato, non versava all’Asl di appartenenza le somme incassate dai pazienti. Infatti, il contratto tra la Asl e i professionisti che esercitano l’attività di intramoenia, prevede che al medico spetti una percentuale di circa il 70% delle somme incassate, mentre la restante parte è di spettanza dell’Azienda Sanitaria. Il medico, pertanto, omettendo di versare gli incassi delle prestazioni rese nell’esercizio delle sue funzioni, si è appropriato indebitamente di oltre 2 mila euro provocando il mancato introito nelle casse dell’Asl. Il professionista è stato denunciato a piede libero all’Autorità Giudiziaria, per il reato di peculato, e alla Corte dei Conti per il conseguente danno erariale. Il servizio è stato svolto dai Finanzieri della Compagnia di Lecce.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!