Più Vele per tutti: domina “Costa del Salento”

Alla competizione hanno partecipato venti imbarcazioni. Prossimi appuntamenti con le regate previsti per il 24 ottobre, il 7 e 21 novembre, il 5, 11, 12 dicembre

Dominata da Costa del Salento, si è conclusa, nelle acque antistanti il porto di Otranto, la prima regata del Campionato invernale organizzato dalla Uisp (Lega Vela Puglia e Comitato di Lecce) in collaborazione con Lega Navale Otranto, Guardia Costiera di Otranto, Assonautica provinciale Lecce. E con le associazioni Il Gabbiere, Salento in Vela, Sudest Diving. Alla competizione hanno partecipato venti imbarcazioni. Uno scenario inconsueto nel mare di Otranto in questo periodo dell’anno che ha affascinato tutti coloro che hanno scelto la città dei Martiri per questa domenica d’ottobre. Il Campionato d’inverno è costituito da una serie di regate per un confronto competitivo e non che richiama appassionati della vela da ogni parte, da semplici dilettanti a campioni del calibro di Paolo e Sandro Montefusco, Vante Totisco, Emanuele Corsini, Fabio Massa, Giuseppe Miglietta. Il tutto in un clima di piacevole competizione che si è conclusa con un brindisi cui hanno partecipato, a fine gara, tutti gli equipaggi. Primo classificato per la 1^ categoria (oltre 12 metri) Costa del Salento, a seguire, nella stessa categoria, Great Expectations ed Esperanza I°. Al primo posto nella seconda categoria (da 10,01 a 12 metri): Red fox, a seguire: Gavia e Furtuna. La classifica della 3^ categoria (da 8,01 a 10 metri): Pesce Volante, Il Gabbiere, Emozione. Il prossimo appuntamento è per il 24 ottobre: campo di regata la splendida baia dell’Orte e capo d’Otranto. Poi, il 7 novembre, la Otranto-San Foca. Nel calendario di “Più Vela per tutti” sono dieci le regate a “bastone costiero” su percorso di dieci miglia circa dalle acque antistanti il porto di Otranto che si svolgeranno, oltre quella di domenica prossima, il 24 ottobre, il 7 e 21 novembre, il 5, 11, 12 dicembre e nell’anno prossimo il 9, 23 gennaio e 6 febbraio. Fuori campionato il “Trofeo di Pasqua”, con partenza da Otranto, giovedì 21 aprile 2011, ed arrivo a Erikousa. Una tappa, “lunga” non solo per le 52 miglia di mare che separano le due sponde, ma anche perché gli equipaggi saranno liberi di sostare in Grecia in occasione dei riti della Pasqua ortodossa.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!