Una petizione per la riforma elettorale

Lecce. Antonio Rotundo invita il Pd ad organizzare i banchetti per la raccolta delle firme

LECCE – Già Italia dei valori, nei giorni scorsi, aveva annunciato l’intenzione di indire una petizione popolare per chiedere la riforma della legge elettorale. Ora è il Partito democratico della città di Lecce a farsi avanti, per bocca del suo leader Antonio Rotundo. “Il Pd ha presentato da circa un mese una ottima riforma della legge elettorale imperniata sul collegio uninominale a doppio turno – ha dichiarato Rotundo -. Avevamo legittimamente immaginato e sperato che di fronte a questa iniziativa corale ed unitaria del primo partito dell’opposizione le acque si smuovessero, ma purtroppo bisogna registrare che così non è stato”. In questo stato di cose, l’unica via sarebbe, secondo il politico, la mobilitazione popolare, “è per questo – ha annunciato – che ho firmato i quesiti presso la segreteria del Comune. Se vogliamo davvero azzerare le liste bloccate e ridare ai cittadini il potere di scegliere i propri parlamentari non c’è altra strada se non quella di cancellare con il voto dei cittadini l’attuale legge elettorale ripristinando la legge Mattarella con i collegi uninominali”. Da l’invito di Rotundo al Pd perché appoggi senza incertezze il referendum ed organizzi i banchetti per la raccolta delle firme raccogliendo la forte domanda dei cittadini. Articolo correlato: Idv. Due referendum contro la ‘casta'

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati