Centrale della cannabis in casa: un arresto ad Andrano

Il ragazzo aveva in casa 12 grammi di semi, 2 piante di canapa, un bilancino, 525 grammi di marijuana e un manuale per la coltivazione

I Carabinieri del Norm – Aliquota Operativa di Tricase, coadiuvati dai militari della Stazione di Spongano, hanno arrestato, ad Andrano, Rocco Palmieri, 22enne del posto, per coltivazione di canapa indiana e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane è stato notato, nella serata di ieri, mentre si intratteneva con alcuni ragazzi in una zona isolata della Marina di Andrano. I carabinieri, insospettiti, si sono avvicinati e hanno chiesto ai ragazzi di poter dare uno sguardo all'interno delle loro vetture. Nella Station Wagon di Palmieri sono stati ritrovati cartine e filtrini usati per fumare sostanze stupefacenti e tracce di marijuana. La perquisizione è stata quindi estesa all’abitazione del ragazzo dove i carabinieri hanno scoperto, nascosti in varie zone della casa, 12 grammi di semi, due piante di canapa indiana alte circa 40 centimetri, un bilancino di precisione, 525 grammi di marijuana e, per contro, in bella vista, un manuale sulla coltivazione della cannabis. L’opuscolo, suddiviso in sei capitoli, è risultato privo di alcune pagine fra le quali quelle relative agli “Utilizzi possibili della canapa” e ai “Nemici della canapa”. Accompagnato in caserma, Palmieri è stato dichiarato in arresto per coltivazione di canapa indiana e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Su disposizione del Pm di turno, Dr. Capoccia, è agli arresti domiciliari.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!