Specchia vince le “Ricicladi 2010” dell'Ato Lecce 3

Raggiunto il primo posto nella graduatoria finale. La raccolta differenziata è aumentata del 36%. Vinti 15mila euro da destinare alla riduzione della produzione dei rifiuti

Il Comune di Specchia comunica che si è classificato al I° posto della graduatoria finale del concorso “Ricicladi” dell’Ato Lecce 3, promosso dal Consorzio dei Comuni omonimo raggiungendo un incremento del 36% per la raccolta differenziata di: carta,cartone e cartoncino, plastica,vvetro e alluminio. Al concorso hanno partecipato i 24 Comuni del Consorzio dell’Ato Lecce 3: Acquarica del Capo, Alessano, Alliste, Casarano, Castrignano del Capo, Corsano, Gagliano del Capo, Matino, Melissano, Miggiano, Montesano, Morciano, Parabita, Patù, Presicce, Racale, Ruffano, Salve, Specchia, Taurisano, Taviano, Tiggiano, Tricase ed Ugento che si sono “sfidati” dal 1 aprile al 31 maggio 2010 in una gara finalizzata ad ottenere il maggior incremento percentuale di quantitativo di frazione riciclabile. L’iniziativa aveva lo scopo di valorizzare l’impegno e la sensibilità dei cittadini verso il servizio di raccolta differenziata e riciclo delle frazioni riciclabili e, più in generale, verso il tema della tutela ambientale. Obiettivi specifici del concorso erano: far acquisire delle attitudini e stili di vita atti alla raccolta differenziata spinta,incrementare il volume della carta, cartone e cartoncino plastica,vetro e alluminio, conferito nell’ambito del servizio pubblico e sensibilizzare i cittadini alla raccolta differenziata. I cittadini specchiesi, che hanno avviato la raccolta differenziata dal 15 novembre 2009, hanno conferito oltre 109 tonnellate di frazione riciclabile nei mesi di aprile e maggio 2010, con una percentuale di rifiuti differenziati del 40% ad aprile e del 32% a maggio, contro le circa 24 tonnellate per lo stesso periodo del 2009 con una percentuale del 7%. Il Comune ha ottenuto il maggior incremento percentuale di quantitativo di rifiuti differenziati, raggiungendo il 36%, poi ridotto di cinque punti percentuali, in quanto Specchia ha avviato il servizio “porta a porta” successivamente al periodo aprile – maggio 2009, condizione posta dal regolamento per garantire equità fra tutti i concorrenti, per i Comuni, per i quali vi è il picco della raccolta dei rifiuti differenziati nel periodo della competizione. L’Ente locale, malgrado questi 5 punti in meno ha vinto la competizione, distaccando di molti punti percentuali gli altri Comuni, raggiungendo un ottimo risultato,confermato anche dai dati complessivi che registrano da gennaio ad agosto 2010, una quantità di rifiuti differenziati pari a 320 tonnellate, quando solo nel 2009, si era raggiunto la quota di 93 tonnellate di rifiuti differenziati con il metodo delle “campane per rifiuti”, poste nelle isole ecologiche di alcune zone della cittadina. Il primo premio, messo in palio dal Consorzio Ato Lecce 3, pari a 15.000 euro, sarà erogato al Comune di Specchia, a condizione che l’importo sia destinato alla riduzione della produzione dei rifiuti e all’incentivazione della raccolta differenziata mediante, attraverso, per esempio, acquisizione di attrezzature specifiche, adozione di sistemi di raccolta differenziata all’interno degli Uffici pubblici e campagne di informazione e sensibilizzazione per lo stesso Comune. L’Assessore all’Ambiente, Enrico Vincenti, dichiara: “Gran parte del merito di questo successo va senz’altro ai cittadini specchiesi, al loro grande senso civico e al senso di responsabilità e rispetto dell’ambiente che caratterizza la popolazione specchiese. Gli specchiesi si sono da subito distinti per aver applicato correttamente ed egregiamente la raccolta differenziata dei rifiuti, che nel nostro Comune ha avuto avvio nel novembre del 2009 con il sistema del porta-a-porta, a pochi mesi dall’insediamento della nuova amministrazione, raggiungendo già nel primo mese una percentuale di raccolta differenziata vicina al 30%, superando Comuni che da anni praticano la raccolta differenziata. Il notevole aumento della percentuale di raccolta differenziata ha avuto immediatamente una ricaduta positiva sulla popolazione stessa, infatti, il Comune di Specchia non si è visto costretto ad aumentare la tassa sullo smaltimento dei rifiuti, com’è stato fatto da quasi tutti i Comuni ,con aumenti anche del 30%, in conseguenza al fatto che i costi dello smaltimento sono quasi raddoppiati, col passaggio dal conferimento in discarica al trattamento di biostabilizzazione. Un premio meritato per i cittadini di Specchia, per il loro impegno quotidiano nella corretta separazione dei rifiuti, con l’augurio di raggiungere entro il 2010 l’ambita percentuale del 40% che ci permetterebbe di collocarci ai primi posti della classifica Regionale dei Comuni Ricicloni”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!