Stoccaggio illegale di rifiuti sanitari e urbani

Sequestrate due aree ubicate nelle vicinanze del parcheggio all'interno dell'ospedale “Perrino” di Brindisi

I carabinieri del Noe (Nucleo Operativo Ecologico) di Lecce hanno sequestrato due aree ubicate nelle vicinanze del parcheggio all'interno dell'ospedale “Perrino” di Brindisi a causa di 50 metri cubi di rifiuti sanitari speciali contenuti in sacchi di plastica di colore nero miscelati con rifiuti urbani, stoccati illecitamente. L'intervento dei carabinieri è scattato dopo che la discarica di Rsu di Autigno aveva respinto un carico di rifiuti delle medesime tipologie. Sul posto era intervenuto, in prima battuta, il personale della Digos di Brindisi e successivamente il Noe di Lecce che aveva provveduto a ispezionare il sito di provenienza dei rifiuti, e poi l'ospedale “Perrino”, dove effettuava un ulteriore sequestro. Le indagini dei carabinieri del Noe di Lecce proseguono per accertare le modalità di gestione dei rifiuti dello stesso nosocomio presso il quale è visionata tutta la documentazione inerente i registri di carico e scarico nonchè i vari formulari di identificazioen dei rifiuti.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!