Gli Abash in doppia veste al Festival “Lune d'Acaya”

Oltre alle canzoni del proprio repertorio, il gruppo eseguirà anche i successi del cantautore-poeta Fabrizio De Andrè

Protagonisti dell’ultimo giorno del Festival “Lune d’Acaya”, che si svolge ad Acaya (Vernole) dal 6 al 10 agosto, sono gli Abash, che proporranno un “doppio” concerto: oltre a suonare i loro brani più belli eseguiranno anche i successi del cantautore genovese Fabrizio De Andrè, che hanno già omaggiato lo scorso anno con successo con il progetto “Abash suonano De Andrè”, a cui ha partecipato anche Mario Arcari, uno dei musicisti dell’ensemble del disco “Anime Salve” e degli ultimi concerti di De Andrè. A primo impatto il rock progressive della band salentina degli Abash appare non avere molto in comune con il più grande cantautore italiano, Fabrizio De Andrè; eppure è stata proprio la rock band più progressive d’Italia, la Pfm, ad arrangiare i brani di De Andrè e a suonare per lui nel suo tour alla fine degli anni Settanta. Inoltre, il cantautore genovese ha ispirato generazioni di artisti italiani di ogni gusto musicale, tra cui anche gli Abash, anche per le influenze etniche, prima come singoli musicisti e poi come band. Infine il loro ultimo lavoro è stato riproposto dalla nuova etichetta, Immaginifica, “by Aereostella”, (e distribuito dalla Edel), fondata da Franz di Cioccio, leader storico della Pfm, insieme alla moglie Iaia De Capitani. Gli Abash in importanti occasioni, oltre ai loro brani propongono un omaggio a Fabrizio De Andrè, progetto già portato in tour lo scorso anno, e che, grazie al successo ottenuto, stanno riproponendo anche quest’anno. Prossimo appuntamento al Festival “Lune d’Acaya” (ad Acaya, comune di Vernole, Lecce), una rassegna di musica, danza, teatro, mostre, artigianato e sapori e profumi della tradizione che si svolgerà dal 6 al 10 agosto. L’ultimo giorno, il 10 agosto, è dedicato proprio agli Abash, che proporranno un “doppio” concerto, con un repertorio dei loro brani più belli, il cui sound è caratterizzato dalla congiunzione tra mondi e culture apparentemente lontane e da influenze etniche, dal Salento al Medio Oriente e alla vicina Africa, e con le canzoni più belle del cantautore genovese. Dopo il concerto godere del magnifico spettacolo naturale di San Lorenzo, con la pioggia notturna di stelle, sarà più piacevole, sulle spiagge vicine ad Acaya.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment