Controlli a largo raggio contro le stragi del sabato sera

Venti patenti ritirate e 659 persone controllate. Inizia il monitoraggio sulle strade per prevenire incidenti mortali

Tra le 22 e le 6 del mattino, del 17 e del 18 luglio, hanno preso il via i controlli delle Forze dell'Ordine, sulle strade salentine. I Carabinieri della Compagnia di Gallipoli sono stati impegnati in operazione di contrasto per prevenire le “stragi del sabato sera”, causate da abuso di alcol e droga. Nel complesso, l’attività ha permesso di raggiungere alcuni importanti risultati. Sono state sequestrate 20 patenti; 659 persone sono state sottoposte all’esame etilometrico: diciannove sono state denunciate a piede libero per guida in stato di ebbrezza (con sospensione della patente) e uno per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Tutti i controllati rientrano nella fascia di età compresa tra 18 e 42 anni. A Nardò, i carabinieri hanno denunciato 2 persone per guida in stato di ebbrezza alcolica e un ragazzo per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella sua abitazione i militari hanno rinvenuto 7 grammi di hashish, suddivisa in due dosi e occultata in una scatola presente all’interno della cucina. Operazione simile a Maglie, dove i Carabinieri della compagnia locale, hanno ritirato la patente a 18 automobilisti. Le operazioni si sono svolte con la collaborazione dei colleghi che operano a Santa Cesarea Terme e Poggiardo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment