Oltre i “Bollenti Spiriti” e “Ritorno al futuro”

Promuovere le cooperative di giovani per dare risposte ai problemi dell'occupazione

L'UDC pronta a sedersi attorno ad un tavolo Intervento del Presidente del Gruppo consiliare dell’Udc alla Regione Puglia Salvatore Negro

L’appello odierno del Cardinale Bagnasco a coniugare il principio di “solidarietà” con quello di “sussidiarietà”, per far fronte al sempre più drammatico problema dell’occupazione, può trovare una risposta politica nella promozione di cooperative giovanili. Sul nostro territorio, l’impegno della Regione dovrebbe essere quello di sostenere e promuovere lo spirito cooperativistico, in modo che, dopo un avvio sostenuto dalla stessa regione, le cooperative di giovani siano in grado di reggersi e camminare con le proprie gambe. Solidarietà e cooperazione quindi, ma anche pieno sostegno da parte degli enti territoriali (Province e Comuni), ed in particolare dell’Ente Regione: potrebbe essere questa l’iniezione di fiducia per risollevare le sorti di un territorio afflitto dal dramma della disoccupazione giovanile ed a cui la politica non sempre riesce a dare risposte concrete. Condividiamo in pieno le enunciazioni dell’assessore Nicola Fratoianni secondo il quale è giunto il momento di andare oltre i programmi di “Ritorno al futuro” e Bollenti spiriti”, attraverso la promozione della cooperazione nei più diversi e disparati settori economici. Se restano lodevoli iniziative come quelle di Bollenti spiriti che punta sull’energia, l’inventiva e il talento dei giovani pugliesi per la rinascita economica, sociale e culturale della nostra regione, è evidente che non è più sufficiente far maturare nei giovani la consapevolezza delle proprie potenzialità, ma occorre anche indicargli la strada da seguire, che a nostro avviso è quella della cooperazione. Siamo fortemente convinti, che uno dei settori dove lo spirito cooperativistico può attuarsi e confermarsi sul nostro territorio è quello della gestione, manutenzione e valorizzazione del patrimonio culturale: musei, archivi, parchi archeologici e così via. Un fatto sinergico e funzionale per dare seguito anche a tutti quegli interventi della Regione Puglia realizzati attraverso i finanziamenti europei e che ora rischiano di essere vanificati perché, dopo il recupero, non si è proceduto ad un’opera di valorizzazione di questi beni culturali. Un compito che, lo ribadiamo, potrebbe essere assolto da cooperative di servizio le quali potrebbero occuparsi della gestione di musei, archivi, parchi archeologici, scavi, biblioteche. Come forza politica di opposizione l’Udc, ancora una volta, vuole mettere da parte sterili polemiche e pregiudizi ideologici che frenano lo sviluppo del territorio e si dice disponibile sin da ora a sedersi attorno ad un tavolo con le altre forze politiche di maggioranza e di opposizione, per sviluppare una serie di provvedimenti del Governo regionale che attuino questi programmi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!