Argento, oltre i dogmi e le regole non scritte del jazz

Si tratta dell'ultimo lavoro del sassofonista salentino Raffaele Casarano, capace di unire jazz, rock, flamenco ed elettronica.

Uscir¨¤ domani 13 luglio Argento, il nuovo lavoro del sassofonista salentino Raffaele Casarano che, a un anno da Replay (Universal Music 2009), torna con un nuovo progetto discografico targato T¨³k Music, etichetta di Paolo Fresu che ha prodotto il disco in collaborazione con My Favorite Records. Argento ¨¨ un lavoro incredibilmente accattivante e denso di grande musica e la giovane et¨¤ di Raffaele lo porta a superare i dogmi e le regole ¡°non scritte¡± del jazz per amalgamare insieme tutto il bagaglio musicale di un ragazzo non ancora trentenne. Con grande genialit¨¤, Raffaele unisce in maniera del tutto spontanea il jazz, il rock, il flamenco (un leggero profumo di Spagna che pervade tutto il disco) e l¡¯elettronica. Accanto a sferzate di pure energia come ¡°Trilogy¡± e ¡°Binario X¡± convivono spontaneamente momenti di grande lirismo melodico in brani memorabilia come ¡°Signora Luna¡± e ¡°Via dei Corbezzoli¡±. Capitolo a parte ¨¨ invece ¡°Da lontano¡± dove il testo e la voce della giovanissima Carla Casarano (sorella di Raffaele) hanno il caldo sapore del Mediterraneo, del Sud pi¨´ passionale. Molti i musicisti che hanno collaborato al disco, tutti giovani professionisti provenienti dal Salento (dove ¨¨ stato registrato “Argento”) tra cui spiccano Marco Bardoscia al contrabbasso e William Greco, pianista da tenere sott¡¯occhio. Tra gli ospiti invece troviamo il bravissimo Daniele di Bonaventura al bandoneon, il Vertere String Quartet e, a sopresa, un grande amico di Raffaele, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro alla chitarra elettrica in ¡°Trilogy¡±. Raffaele Casarano si avvicina allo studio del sax all'et¨¤ di sette anni con una forte passione per la musica, in particolare il jazz, intraprende gli studi presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Si diploma nel 2004 presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, studia successivamente jazz con Roberto Ottaviano, frequenta inoltre master classe con artisti come Dave Liebman, Emiliano Rodriguez, Maurizio Giammarco. Ha collaborato ed inciso con Philip Catherine, Buena Vista Social Club, Paolo Fresu, Javier Girotto, Massimo Manzi, Andrea Braido, Giovanni Imparato, Lincoln Goines, Mark Soskin, Benjamin Henocq, Mimi Verderame, Yuri Goulbev, Tino Tracanna, Maurizio Giammarco, Roberto Ottaviano, Eddy Palermo, Meridiana multi_jazz orchestra, Andrea Pozza, Gianluca Petrella, Patrizia Conte, Ensemble Notte Della Taranta, Franco Califano, Negramaro, Moni Ovadia, Anonima folk, Riccardo Pittau, Opa Cupa, Manigold, Vertere String 4tet, Marian Serban, Apr¨¨s La Classe, Bachire Gareche, Dario Muci.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!