Steven Holl espone ad Acaya

Da oggi la mostra “Steven Holl su pietra” del celebre architetto statunitense fino al 15 gennaio

Il Salento continua ad arricchire il suo bagaglio culturale grazie ad importanti ospiti di importanza internazionale, che scelgono il nostro territorio e le sue suggestive location per esporre le loro opere. Da oggi, fino al 15 gennaio, è possibile visitare la mostra Steven Holl su pietra del celebre architetto statunitense, Steven Holl appunto, nel castello Acaya a Vernole. Steven Holl si è laureato all’Università di Washington e successivamente ha continuato a studiare architettura a Roma. I suoi esordi nel mondo dell’architettura risalgono al 1976, quando aprì il suo primo studio a New York. Nel 1988 ha vinto la Alvar Alto Medal, un premio istituito dal Museum of Finnish Architecture e dall’associazione finladese degli architetti, che viene assegnato come riconoscimento per contributi significativi all’architettura creativa; in seguito, nel 2000 è stato eletto nel The American Accademy of Arts and Letters. Con questo nuovo grande evento prosegue l’impegno della Provincia di Lecce, dell’Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce e dell’Osservatorio Urbanistico Teknè per la promozione della cultura architettonica contemporanea e dei suoi protagonisti. L’allestimento è stato curato da Cooperativa Artemisia. La mostra si è resa possibile grazie a numerose collaborazioni di società ed imprese locali: Pimar, Kubico; MetaSistemi; EdilCave De Luca, Forel; Double Tree by Hilton Acaya Golf Resort Lecce, Cooperativa Paz.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment