Sel: Città del Libro poco trasparente

Tania Preste, consigliera comunale di Sel a Campi Salentina, ha chiesto di poter visionare le “carte” relative alla gestione della Fondazione

Si riferiscono a recenti dichiarazioni rilasciate da Raffaele Sirsi, presidente della Fondazione Città del Libro di Campi salentina, definendole inadeguate. “Considerata la grave situazione economica e i sacrifici richiesti ai cittadini definire ‘quisquiglie’ l'assenza di trasparenza nell'amministrazione della Fondazione è una imperdonabile mancanza di rispetto per le istituzioni democratiche, che hanno il compito di vigilare sull'osservanza delle regole di gestione della cosa pubblica”. Il gruppo di Sinistra ecologia e libertà di Campi salentina è intenzionato a vederci chiaro in merito ai “conti” della Fondazione. Tania Preste, consigliera comunale di Sel, ha infatti chiesto di poter visionare il bilancio, i libri contabili e gli atti deliberativi relativi all'attuale gestione della Fondazione pur non ricevendo risposta fino ad oggi. “Inoltre, Sel – aggiungono – ritiene difficile annoverare tra i maggiori soggetti culturali del nostro Paese, nonostante le ingenti risorse utilizzate, un Ente, di cui non si conoscono i membri del Comitato scientifico né il progetto culturale complessivo e chiede con forza che la cittadinanza sia messa a conoscenza dell'operato della passata edizione. Preoccupante – concludono – è il silenzio delle forze della maggioranza e in particolare del sindaco e dell'assessore alla cultura, nonché vicepresidente della Fondazione, Fabio Zacheo”.

Leave a Comment