Abusi su un 14enne, condannato a 2 anni

Ha patteggiato una condanna a due anni, pena sospesa, Mattia Degli Angeli, il 22enne di Carmiano accusato di abusi sessuali nei confronti di un 14enne. Rinvio a giudizio, invece, per l’altro imputato, Giovanni Pizzileo di 57 anni

Ha patteggiato una condanna a due anni, pena sospesa, Mattia Degli Angeli, il 22enne di Carmiano accusato di abusi sessuali nei confronti di un 14enne suo concittadino, affetto da lievi disturbi di natura psichica. E’ stato rinviato a giudizio, invece, l’altro imputato, Giovanni Pizzileo, di 57 anni. Il processo si aprirà il prossimo 29 settembre dinanzi ai giudici della prima sezione penale del Tribunale di Lecce. Più grave la posizione dell’uomo, ancora in carcere, che avrebbe abusato della vittima sin dal 2008, ancor prima che il ragazzo compisse i 14 anni, coinvolgendo poi altri complici. Questi dunque i primi verdetti, emessi dal gup Ercole Aprile nell’udienza di oggi, di un’operazione che portò il 17 dicembre scorso all’esecuzione di otto ordinanze di custodia cautelare in carcere. La posizione degli altri cinque indagati, tutti minorenni, è al vaglio della procura minorile, che ha da poco notificato la conclusione delle indagini preliminari. Le indagini, condotte dai carabinieri della Compagnia di Campi Salentina e coordinate dal sostituto procuratore Angela Rotondano, evidenziarono una triste storia fatta di presunte violenze e abusi sessuali, che si sarebbero protratti nel tempo. I cinque minori hanno ammesso di aver avuto rapporti con il 14enne, sostenendo però che la presunta vittima era consenziente.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!