Rapina in tabaccheria. Presi due minorenni

San Donato. Minacciando di morte l'anziana titolare della tabaccheria, le hanno portato via sigarette di vario tipo e denaro contante

Hanno assaltato una tabaccheria e sono stati arrestati dai Carabinieri. Gli autori sono due minorenni di Copertino. I fatti sono avvenuti ieri sera intorno alle ore 21 a San Donato di Lecce in via Corsica. Due giovani entrano nella tabaccheria e chiedono un pacchetto di sigarette all’anziana titolare che, mentre si accinge ad esaudire la richiesta, viene assalita e scaraventata per terra dai due che, nel frattempo, hanno indossato dei passamontagna. Così, mentre uno dei malviventi, minacciandola con un taglierino, le chiude la bocca con alcuni stracci per impedirle di gridare, l’altro abbassa la tapparella per nascondere la scena agli occhi dei passanti. La vittima, di 79 anni, spaventata anche dalla minaccia di essere “sparata” se solo avesse gridato, promette che non lo farà ed implora i due di lasciarla vivere. Così i malviventi arraffano quello che trovano e si dileguano a bordo di uno scooter. Scattato l’allarme tramite una telefonata al “112” dei carabinieri, i militari che erano in zona sono intervenuti immediatamente, notando due giovani a bordo di uno scooter che si dileguavano velocemente, proprio mentre il passeggero si sfilava dal capo un passamontagna che gettava per terra. Così i due sono stati subito bloccati ed il passamontagna recuperato. Dalle successive indagini sono stati acquisiti precisi indizi della loro responsabilità. I carabinieri, infatti, li hanno trovati in possesso di una borsa nera contenente un taglierino, un paio di guanti in lattice con tracce di sangue, un passamontagna, circa 60 pacchetti di sigarette di varie marche, asportati all’interno della tabaccheria. Ai due è stata sequestrata anche la somma di 1.700 euro in banconote di vario taglio e monete. Circa 250 euro erano contenute nella borsa, mentre il resto della somma è stata rinvenuta addosso ad uno dei rapinatori. La refurtiva è già stata restituita al titolare dell’esercizio commerciale, mentre il materiale rinvenuto è stato sequestrato e messo a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Lecce, così come i due rapinatori, attualmente ristretti, in stato di arresto, in un’apposita struttura.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!