Biomasse a Casarano. Basta allarmismi

La lettera di una dipendente Italgest al comitato di cittadini che si oppone alla realizzazione di una centrale a biomasse a Casarano

Pubblichiamo in allegato la lettera di Virginia Boellis, una dipendente Italgest, la quale rivolgendosi ai comitati che si oppongono alla realizzazione di una centrale a biomasse a Casarano, chiede di porre fine all'”allarme sociale che si diffonde a piene mani”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!