Ortelle, serata di beneficenza e gusto

Serata di beneficenza domani sera ad Ortelle per l'ass. “Per un sorriso in più”. Un'occasione per promuovere anche il marchio Or.Vì, il maiale di Ortelle-Vignacastrisi

Domani sera, alle 21.00 a Ortelle, presso l'agriturismo “Lu Campu” è stata organizzata una serata all’insegna del buon cibo e con l’obiettivo di raccogliere fondi per l’Associazione Genitori Onco-Ematologia Pediatrica onlus di Lecce “Per un sorriso in più”. “Questa serata è la prima di una serie di appuntamenti sul territorio salentino che intendono promuovere il marchio Or.Vì (il maiale di Ortelle-Vignacastrisi), abbinandolo ad altri prodotti locali; divulgare le tecniche culinarie salentine e diffondere la cultura gastronomica con l’utilizzo di prodotti di qualità” sostiene Francesco Rausa, sindaco di Ortelle e convinto sostenitore del progetto. Il maiale Or.Vi. finora strettamente legato all’antichissima Fiera di San Vito, dal 2004 è al centro di un progetto, avviato dal Professore Augusto Carluccio dell’Università di Teramo (ma originario di Ortelle) e ora reso possibile grazie all’impegno profuso da Maurizio Caputo, veterinario e responsabile della Fiera di San Vito. “Si è sviluppato un disciplinare Or.Vì che non identifica una razza suina, ma un tipo di allevamento, per garantire salubrità agli animali allevati e qualità al consumatore – afferma Caputo – Quest’anno è stato modificato il disciplinare con norme più rigide per avere maggiore sicurezza”. Sono previsti altri importanti appuntamenti in alcuni comuni salentini, come Trepuzzi in agosto e Campi Salentina in ottobre prima di giungere alla Fiera di San Vito, che quest’anno avrà in programma anche un concorso culinario e un convegno sui prodotti Or.Vì. Obiettivo è quello di raggiungere un altissimo livello di qualità e di varcare i confini provinciali. Intanto domani si potranno degustare autentiche prelibatezze preparate con la collaborazione straordinaria dell’I.P.S.S.A.R.T di Santa Cesarea Terme. Una cena da non perdere.

Leave a Comment