Anziani: soggiorno climatico

Per Silvio Astore, sindaco di Poggiardo, un’iniziativa lodevole per gli anziani, una fascia spesso dimenticata dalle istituzioni

Domenica 17 settembre partirà il soggiorno climatico per gli anziani di Poggiardo e Vaste, organizzato dall’assessorato alle politiche sociali del comune di Poggiardo. All’iniziativa parteciperanno 52 persone, oltre agli accompagnatori indicati dall’Ente

Il programma del viaggio, istituito dal comune di Poggiardo e fortemente voluto dal suo primo cittadino, Silvio Astore, prevede la partenza dal comune salentino e l’arrivo in mattinata a Lanciano (visita alla chiesa del Miracolo Eucaristico), con proseguimento per Chieti (visita alla città). Successivamente i partecipanti si muoveranno per raggiungere Grottammare, per la sistemazione in hotel. Nei giorni seguenti sono previste escursioni e visite guidata ad Assisi, Recanati, Ascoli Piceno e Teramo. Sabato 23 settembre, nel pomeriggio, è in programma il rientro, con arrivo a Poggiardo in tarda serata. “Il soggiorno 2006 organizzato dal Comune di Poggiardo vede un incremento del numero di partecipanti; ciò gratifica il lavoro dell’assessorato alle politiche sociali, in quanto viene premiato lo sforzo della struttura impegnata a predisporre un programma ricco di visite, anche con guide turistiche, alle principali località limitrofe alla zona di soggiorno. Auguro a tutti i partecipanti di vivere una felice e serena esperienza.” dichiara Silvio Astore, sindaco di Poggiardo. La quota a carico dei partecipanti oscilla fra 90,00 e 230,00 euro, in funzione dell’attestazione Isee presentata da ciascun partecipante. Questa diversificazione di fasce di contribuzione è una iniziativa di equità sociale, in quanto facilita la partecipazione dei soggetti con redditi più bassi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!