“My fair lady” e “Madama di Tebe”. Torna la Camerata

Per la Camerata Musicale Salentina appuntamento con l’operetta. E con una compagnia di tutto prestigio, quella di Corrado Abbati

di Daria Ricci Ecco l’appuntamento diventato ormai una consuetudine per la “Camerata Salentina”: l’operetta. Sempre al Politeama Greco di Lecce, oggi e giovedì. Sempre con una compagnia di grosso prestigio quella di Corrado Abbati. “I nostri abbonati, e non solo, aspettano con entusiasmo questo appuntamento – dice Gaetano Schirinzi, presidente della Camerata -; non può mancare nel nostro Cartellone. Una stagione quest’anno che ci ha dato grandi soddisfazioni, anche per i tanti volti nuovi e per i tanti ragazzi”, aggiunge. Oggi va in scena “My fair lady” nell’adattamento della Compagnia Corrado Abbati. Ormai un classico del teatro musicale, si trova a metà strada tra operetta e musical. Sul testo di George Bernad Shaw, la trama è nota: un noto professore di fonetica scommette con un amico di riuscire a trasformare un’incolta fioraia incontrata per strada in una dama di gran classe. Simpatica e divertente. Giovedì “Madama di Tebe” di Carlo Lombardo sempre per la regia di Corrado Abbati. Tutto si svolge a Parigi in un locale di Montmatre. Dove giungono i coniugi americani Blackson perché vogliono rendersi conto della spregiudicata vita parigina. Tra dispetti e amore, cabaret e feste.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!