Turismo pasquale. Caroppo: “Puglia impreparata”

“Mancano i servizi per i visitatori che si apprestano ad arrivare in Puglia”. E’ il punto di vista di Andrea Caroppo, candidato alle Regionali con “La Puglia prima di tutto

Alla vigilia della due giorni pasquale, che inaugurerà la stagione turistica, Andrea Caroppo, candidato al Consiglio regionale nella lista “La Puglia prima di tutto”, interviene sul problema della mancanza di servizi per i visitatori che si apprestano ad arrivare in Puglia. “Il governatore uscente, Nichi Vendola, sta attraversando la Puglia – dice Caroppo – parlando dei successi turistici della nostra Regione in termini di arrivi, di presenze, di numeri ma omette di dire quali siano le pecche che, in questi anni, non sono state affatto risolte. Mi riferisco ai servizi, alle infrastrutture, alla ricettività. È consapevole, Vendola, dei disagi che hanno i turisti che arrivano in aereo da Brindisi e devono arrivare nel Sud Salento? È consapevole dello stato penoso in cui versano le nostre ferrovie, deputate ai collegamenti interni? È consapevole della necessità di accorciare i tempi e di definire finalmente la realizzazione della 275, possibilmente a quattro corsie fino a Leuca? Per non parlare – aggiunge – del fatto che questo sarà l’ennesimo anno senza un’organica programmazione che miri alla destagionalizzazione turistica. Invece di finanziare improbabili formatori, la Regione dovrebbe investire seriamente nella formazione di giovani che possano lavorare nel settore turistico. Accrescendo le loro professionalità, crescerebbe il livello di accoglienza in tutto il nostro territorio. La Puglia merita di cambiare marcia e di farlo attraverso l’entusiasmo e il talento di giovani sorrisi”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!