Primo giorno di primavera, tutti a spasso tra i parchi

L'associazione Aigae organizza per oggi un'escursione gratuita tra i dolmen, i menhir e le masserie di Otranto. Poi tanti altri percorsi “a spasso per i parchi” della Puglia

Festeggiare il primo giorno di primavera con un’escursione gratuita nei parchi naturali della Puglia. L'associazione italiana delle guide ambientali escursionistiche (Aigae) organizza per oggi “A spasso nei parchi”. Il programma è nutrito e spazia tra ambienti molto vari della nostra regione, dal bosco di Lama Giotta a Noicattaro, un piccolo gioiello di natura a pochi passi dal Bari, alla splendida Rocca del Garagnone, a Spinazzola, nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia; si potrà, inoltre, scegliere di affrontare un percorso a piedi o in mountain bike in agro di Ruvo di Puglia, sempre nel cuore dell’Alta Murgia, oppure ammirare l’incantevole natura di Serracapriola, in Capitanata. Il Salento sarà ben rappresentato da una escursione tra i dolmen, i menhir e le masserie di Otranto oppure tra gli oliveti secolari, le masserie, gli stagni e il mare del Parco Regionale delle Dune Costiere tra Torre Canne e Torre San Leonardo. Un ricco programma di escursioni, dunque, che coinvolge contemporaneamente diverse aree naturali protette del territorio regionale, e che vedrà le guide ambientali escursionistiche dell'Aigae raccontare la natura più bella della nostra regione, mostrando anche il ruolo essenziale che esse rivestono nell’ambito del complesso meccanismo di conservazione e tutela degli ambienti naturali. La manifestazione, alla sua prima edizione, vede i patrocini della regione Puglia, di Federparchi, del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, del Parco Regionale delle Dune Costiere tra Torre Canne e Torre San Leonardo, dei comuni di Noicattaro, Ostuni, Ruvo di Puglia e Serracapriola. Le escursioni sono gratuite con prenotazione obbligatoria, contattando le guide Aigae di riferimento per ogni area naturale protetta regionale. Per informazioni: Giuseppe Flore: 328/2347004 – [email protected][email protected]

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!