19 milioni di euro per riqualificare i porti pugliesi

Siglato accordo di programma quadro tra Regione e vari enti in materia di portualità turistica. Loredana Capone: “I fondi serviranno a rendere il territorio meta di flussi turistici rilevanti e motore di sviluppo per l’economia locale”

Elevare l’attrattività del territorio agendo in modo consapevole sul fronte delle politiche ambientali. Questa la finalità dell’Accordo di programma quadro in materia di portualità turistica, siglato da Regione Puglia, Italia Navigando, Invitalia, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Ministero dello Sviluppo Economico, presentato oggi a Tricase dalla Vicepresidente alla Regione Puglia, Loredana Capone e dal Presidente di Italia Navigando, Ernesto Abaterusso. Sono pari a 19 milioni di euro le risorse finanziarie stanziate dalla Regione per i porti turistici pugliesi e che serviranno a “rendere il territorio meta di flussi turistici rilevanti e motore di sviluppo per l’economia locale”, ha detto Loredana Capone, che ha aggiunto: “I porti turistici rientrano in un disegno strategico più ampio che include il distretto della nautica che abbiamo appena approvato, l’investimento sui voli low cost e gli incentivi per le strutture ricettive banditi. In Puglia bisogna decidere di venire, non si passa per forza. È per questo che occorre dotarsi di infrastrutture adeguate e strutture portuali che garantiscano al contempo sviluppo economico (occupazione, commercio, agroalimentare, artigianato) e rispetto ambientale. Quando una nave attracca in un porto è turismo che approda”. “Il 4 febbraio, in occasione della posa della prima pietra al porto di Fiumicino, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteoli, dati alla mano, disse che ogni posto barca in un porto turistico crea 4 nuovi posti di lavoro”, ha detto il presidente di Italia Navigando Abaterusso, che ha aggiunto: “La Puglia è la prima delle cinque regioni italiane con cui abbiamo firmato l’accordo di programma e ad imprimere la svolta è stata la Vicepresidente Capone, sensibile alle nostre sollecitazioni”. L’accordo intende “operare in una logica di rete a carattere regionale e sub-regionale – da Trani a Brindisi fino a Tricase e Santa Cesarea Terme – puntando ad uno sviluppo complessivo e duraturo del comparto, evitando così la realizzazione di una o poche strutture isolate, seppure pregevoli o modernamente concepite”. La vicepresidente della Regione ha poi sottolineato l’attenzione della Giunta per le strutture portuali: “In questi sei mesi ho lavorato perché la nostra regione e, in particolare il Salento, potessero diventare attrattivi per il turismo: a dicembre sono stati stanziati 3,4 milioni di euro per la ristrutturazione integrale del porto di San Foca, gli interventi per le marine di Santa Cesarea e Castro sono stati inclusi nel Piano strategico dell’area vasta e, ciliegina sulla torta, è in esame il progetto definitivo per la riqualificazione del porto di Leuca”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!