De Masi: la città cambia lentamente volto

Comunicato dell'Amministrazione comunale che rivendica la risoluzione del problema degli allagamenti in zona “Vora”

Sono stati consegnati i lavori che risolveranno definitivamente l’annoso problema degli allagamenti in contrada Cormuni. Il problema era dovuto al fatto che, in caso di piogge particolarmente copiose, si verificava la sistematica tracimazione dai tombini. L’azienda aggiudicataria è la Geo Impianti. I lavori, che sono in fase di conclusione, sono diretti dal geologo Marcello De Donatis e dall’architetto Francesco Longo. L’intervento prevede la realizzazione di un pozzo anidro, autorizzato dalla Provincia e dal genio civile, che consentirà la cattura delle acque piovane; queste ultime, per l’enorme quantità con cui si riversano nella zona, intasavano le condotte della fogna bianca, favorivano la fuoriuscita delle acque ed il loro riversamento nella fogna nera. Di conseguenza le acque tracimavano dai tombini. Accanto a questo, sono già stati cantierizzati altri interventi, come il rifacimento dell’asfalto di via Covile, all’ingresso della Città provenendo da Ugento, e la sistemazione della rotatoria di contrada Ceneri-via Solferino. In questo caso l’intervento prevede la sistemazione del cordolo, delle aiuole e della pavimentazione stradale. L’azienda che si è aggiudicata l’appalto è la ditta Rossetto. I lavori, diretti dall’Ufficio tecnico, verranno ultimati entro Pasqua. «La dinamicità di quest’Amministrazione – dicono l’assessore ai Lavori pubblici Marcello Torsello e l’assessore al Decoro urbano Attilio De Marco -è evidente nel fatto che, affrontando i problemi, cerca di risolverli nel più breve tempo possibile, accelerando gli iter burocratici spesso lunghi e farraginosi, nell’unico ed esclusivo interesse dei cittadini». Di tenore più generale le considerazioni del sindaco. «Dopo aver messo la macchina amministrativa al passo con i tempi, grazie ai concorsi indetti, alle progressioni verticali, alla rimodulazione degli orari d’ufficio ed al processo di dematerializzazione attivato, l’azione politico-amministrativa dell’Amministrazione – spiega il sindaco Ivan De Masi – si rivolge ad alcune delle criticità e delle problematiche della città in modo ancora più puntuale di quanto sia stato fatto sino ad ora. Non che siano mancati gli interventi a favore dei cittadini, poiché rendere più efficiente la pubblica amministrazione ha delle chiare ricadute sulla collettività. Oggi, però, si possono finalmente toccare con mano i primi concreti risultati della nostra attività, i cui segni sono tangibili ed evidenti: la parziale sistemazione di alcune strade, preludio di un più generale intervento sulla viabilità cittadina; l’appalto dei lavori per il rifacimento della pavimentazione stradale in via Covile e della rotatoria di contrada Ceneri e per la soluzione dei periodici allagamenti in contrada Cormuni; il potenziamento dell’impianto di illuminazione di piazza San Domenico e delle zone limitrofe. Si è posta finalmente mano ad alcuni annosi problemi che hanno ripetutamente sollevato le giuste lagnanze dei cittadini. Nei prossimi giorni, inoltre, incontrerò i florovivaisti di Casarano per cercare di immaginare insieme a loro un modo per abbellire la nostra Città. Anche in questo caso abbiamo preferito, piuttosto che calare dall’alto un progetto di riqualificazione urbana già precostituito, coinvolgere nella programmazione degli interventi i nostri stessi concittadini, chiamati non solo a fornire un contributo di idee, ma anche a partecipare concretamente al miglioramento della nostra città».

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!