Fotovoltaico, la Provincia invita i Comuni a dotarsi di strumenti di pianificazione

Gabellone: “Occorre limitare la diffusione incontrollata degli impianti fotovoltaici, ma la materia andava meglio regolamentata dalla Regione”. Approvata all'unanimità una deliberazione del Consiglio Provinciale

Il Consiglio Provinciale del 24 febbraio ha approvato all'unanimità, al termine di un ampio ed articolato dibattito, una deliberazione in materia di installazione di impianti per l'energia rinnovabile sul territorio salentino. Secondo il provvedimento deliberato, è necessario che i Comuni si dotino di adeguati strumenti di pianificazione urbanistica, soprattutto allo scopo di arginare il diffondersi del fotovoltaico “selvaggio” e, più in generale, dell'installazione incontrollata degli impianti di energia rinnovabile. Il presidente della Provincia, Antonio Gabellone, ha ricordato come “la materia andava meglio regolamentata dalla Regione Puglia”. “E' vero che la legge regionale attribuisce ai Comuni il potere di decidere sulle aree destinate agli insediamenti di questo tipo – ha chiarito – ma diverso sarebbe stato se la legge avesse stabilito che la realizzazione degli impianti fotovoltaici poteva essere autorizzata a condizione che i Comuni fossero dotati di una pianificazione in tal senso del territorio”. Gabellone ha poi ribadito la necessità che la Regione trasferisca alle Province le deleghe sull'argomento, proprio perché sono queste a conoscere complessivamente il proprio territorio, con le sue caratteristiche naturali e paesaggistiche, veri e propri strumenti di sviluppo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!