Barba: “O me o Coppola”

Lo descrive come un complottatore che rema contro il Pdl. Vincenzo Barba si oppone ad una possibile candidatura di Giuseppe Coppola nelle liste a sostegno di Rocco Palese

Non ci sarà alcun derby gallipolino. In merito alle candidature regionali in terra gallipolina, interviene Vincenzo Barba, deputato del PdL, e sgombera il campo da un possibile coinvolgimento di Giuseppe Coppola nelle liste a sostegno di Rocco Palese. “La candidatura del signor Coppola – ha dichiarato Barba – non solo non risulta essere condivisa e condivisibile, ma appare assolutamente non auspicabile. Nessuno di noi potrà mai dimenticare il danno inenarrabile che il Coppola ha causato alla città di Gallipoli, allorquando, forse a tutela dei suoi interessi e, da novello Masaniello, mettendosi alla testa di un manipolo di complottatori, fece cadere la nostra Amministrazione, regalando alla città un anno di dannosissimo commissariamento che bloccò progetti e iniziative regalando a Gallipoli una stasi di cui non aveva bisogno e dalla quale solo ora stiamo cominciando lentamente ma inesorabilmente a riprenderci. Attualmente il Coppola, poi – ha aggiunto – dopo più campagne elettorali condotte su posizioni conflittuali nei confronti del Pdl, siede tra i banchi dell’opposizione cittadina a stretto contatto di gomito con il Pd, l’Italia dei Valori e la sinistra estrema, essendo talvolta il loro mentore, il loro grillo parlante ed il loro occulto ispiratore. Non oso immaginare con quale faccia tosta il Coppola, oppositore su tutta la linea nei confronti del Pdl gallipolino, possa chiedere al suo narcisismo politico di essere ospitato nelle liste che fanno a noi riferimento. Sarebbe come trovarci di fronte, nuovamente – ha continuato – a quel dottor Jekill e Mr. Hide di qualche anno fa, che, da un lato, sedeva tra i banchi di Forza Italia a Palazzo dei Celestini e, dall’altro, inciuciava per far cadere il sindaco della Perla dello Jonio nella persona del più alto esponente istituzionale cittadino del suo partito. Allora con nettezza e molta chiarezza si espresse il ministro Fitto, unico e solo punto di riferimento politico del nostro partito. Non essendo cambiato a, credo che lo stesso cliché comportamentale si ripeterà per il prossimo futuro. Oggi più che mai – ha concluso il deputato – è tempo di chiarezza nel segno della continuità per lavorare accanto a Rocco Palese e sostenerlo nel suo grande progetto di riscatto della Puglia: questa è la nostra missione”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!