Aziende salentine. Un'opportunità di investimento in Macedonia

Giovedì scorso l'incontro presso la sede di Lecce con una delegazione macedone dell’University for Information Science and Technology di Orhid

L’Azienda Speciale per i Servizi Reali alle Imprese della Camera di Commercio di Lecce ha incontrato giovedì 21 gennaio, presso la propria sede di Lecce, una delegazione macedone dell’University for Information Science and Technology di Orhid. Durante l’incontro, cui hanno partecipato il Presidente Assri Luigi Sansò, i rappresentanti di Confindustria Lecce e Confcommercio Lecce, sono state esposte le possibilità di investimento nello stato della ex-Jugoslavia. Il rettore dell’Università di Ohrid, Blagoja Samakoski, ha informato gli imprenditori presenti sui regimi fiscali vantaggiosi (10% come aliquota fissa sui profitti aziendali) e sui settori trainanti dell’economia della Repubblica di Macedonia. Non ultimo quello del turismo, come ha sottolineato un recente articolo del New York Times che inserisce la Macedonia in una classifica speciale che indica le 31 destinazioni più prestigiose del mondo. Si tratta del Lago Ohrid, uno dei più profondi del pianeta, con i suoi antichi villaggi che sorgono sulle sue sponde, messi al sicuro dall'Unesco. Per incrementare il turismo in questi luoghi poco conosciuti, è prevista l'apertura di un aeroporto, per voli nazionali e internazionali, e la costruzione di sei nuovi hotel di lusso. La Macedonia ha investito parecchio e, in poco tempo, lo stato balcanico cambierà faccia. Anche il governo ha fatto la sua parte, puntando soprattutto sull'archeologia, e recenti scavi, proprio lungo gli argini del lago, hanno portato alla luce tombe e tesori del XVI secolo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!