Regionali in vista. Le domande di Sel ad Io Sud

Il circolo di “Sinistra Ecologia e Libertà” di Casarano provoca “Io Sud” sugli schieramenti in vista delle elezioni regionali. “Starete a destra o sinistra”?

Le elezioni regionali si avvicinano. Anche se le coalizioni sono ancora da definire, le posizioni dei vari leader e delle varie forze politiche non mancano di condizionare la politica locale. Il circolo di Casarano di “Sinistra Ecologia e Libertà” provoca “Io Sud”, movimento che fa parte della coalizione a sostegno del sindaco, Ivan De Masi, insieme al Partito Democratico. Com’è noto, l’altra sera, a Palazzo Grazioli a Roma, Adriana Poli Bortone, leader del movimento, ha incontrato il premier, Silvio Berlusconi, per parlare delle candidature in Puglia. “Alla fine dell’incontro – rivela in una nota il movimento vendoliano – ha dichiarato: ‘Tra me e il presidente c'è sempre stata sintonia, e grande, reciproca considerazione; d’altronde, la mia fiducia nella sua persona, come più volte ribadito, non è mai venuta meno’”. Con l’occasione, “Sinistra e Libertà” indirizza alcune domande al movimento “Io Sud” di Casarano. “Come spiegate – è la prima domanda – la vostra presenza nella giunta cittadina ora che il vostro referente politico regionale a Bari corre con il centro-destra”?. “Perché – prosegue Sel – tutto si può dire, tranne che il nostro sindaco Ivano Ippazio Tommaso De Masi non si sia definito di centro-sinistra, così come tale si definiva in campagna elettorale la sua coalizione. Ed allora, che cosa pensate di fare? Rimanete? Bene, allora sapremo che la vostra è una politica di centro-sinistra. Vi fate da parte? Benissimo, almeno avrete la possibilità di sbandierare la vostra tanto amata coerenza, che in questi periodi così complicati sarebbe sicuramente un vanto, come sbraitavate durante la campagna elettorale per le ultime comunali. Noi attendiamo fiduciosi e speranzosi una risposta; consapevoli, però – conclude la nota – che ormai fare politica vuol dire accaparrarsi quante più poltrone possibili e quanto più potere si può”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!