Artista del terzo millennio

L’ultimo lavoro di Franco De Giovanni. Poesia, pittura e l’irrefrenabile bisogno di aiutare chi soffre

E' un'opera di pace, di ricordi, di emozioni, di fede. Parliamo del nuovo lavoro di Franco De Giovanni, salentino, originario di Cutrofiano, intitolato “L'artista del Terzo Millennio, pittura e poesia” appena pubblicato per le edizioni “Piemme Grafica Chiavari 2009“. Un concentrato intellettuale sottoforma di versi poetici e opere pittoriche dal quale emerge tutto il gioioso disincanto e lo stupore per la propria vita vissuta fino a questo momento, dedicata al lavoro creativo che svolge nel suo studio di Surano, ma soprattutto indirizzata all'aiuto e al sostegno dei propri cari bisognosi di assistenza e affetto. Aiuto dapprima nei confronti della madre Maria Anna, scomparsa prematuramente, poi del padre Antonio Luigi (a cui è dedicato il libro) rimasto infermo mentre il giovane Franco entrava in età adolescenziale ed era così costretto ad essere ospitato presso alcuni istituti di infanzia della provincia di Lecce. Un'esperienza che ha lasciato in De Giovanni un segno indelebile quanto a sofferenze, da cui ha potuto testare al tempo stesso la tragicità della malattia. Da questa condizione Franco De Giovanni ha imparato una lezione di vita e con gioia d'animo si è messo a disposizione degli altri riuscendo, con la sua magnanimità, ad accudire il genitore infermo ma anche altri che hanno conosciuto la durezza della patologia fisica e soprattutto mentale. La prefazione del volume è curata da Francesco Musante, commendatore e poeta di Campopiano (“Tutti i soggetti raffigurati sono l'espressione di una spontaneità inventiva innestata da un flusso religioso sempre predominante”) e la presentazione è a cura di Fernando Cezzi. “La chiave che ti apre il mondo e la vita che esso racchiude – scrive Cezzi -, anche la tua vita personale, è per il poeta la gioia: senza un po' di gioia non puoi mai vedere e pensare”. Franco De Giovanni è stato insignito nel 2006 del titolo di “cavaliere di Malta”; tra le sue opere spiccano le poesie “Piccolo cuore” e “Terzo Millennio” che hanno avuto il vivo compiacimento di Giovanni Paolo II.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!