Il ricamo antico a Montesano

Oggi e domani Palazzo Bitonti ospiterà la mostra personale di Cesarina Bolognese dal titolo “Ricami a punti antichi

Tecniche di ricamo sconosciute di fine 1800 e inizio secolo Novecento tra cui punto antico, pizzo ad ago, sfilature antiche, hardanger, reticello antico, pizzo greco, filet, chiacchierino. Cesarina Bolognese tornerà per due giorni, oggi e domani, a Montesano salentino e presso il Palazzo Bitonti, sede della Unpli Puglia (associazioni Pro Loco) porterà all’attenzione di tantissime appassionate la sua personale dal titolo “Ricami a punti antichi”, organizzata dall’associazione culturale “Salento Ricama”. Durante l’esposizione che si terrà dalle ore 16.30 alle 20.30 Cesarina presenterà anche i lavori realizzati durante i corsi tenuti in varie località del Salento e i manufatti realizzati con ricamo a punti antichi, tecniche pregiate e quasi in via di estinzione. In pratica quello che è lo spirito dell’associazione Salento Ricama nata con l’intenzione di portare avanti la tecnica del ricamo antico, e per far riscoprire alle persone la motivazione della creatività, spronandole a tornare all’etica del lavoro, della passione per ciò che si produce con le proprie mani, con lo scopo di promuovere la diffusione del ricamo e la salvaguardia di un patrimonio pressoché scomparso. Cesarina nel passato ha organizzato varie mostre nei Comuni della Grecìa salentina tra cui Carpignano, Soleto, Martano, Calimera, Sternatia, Matino, Taviano ma anche nel tarantino nel brindisino. Per info: 3285517047.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!