Il presepe vive tra botteghe e giardini segreti

L’associazione “Amici del presepe ‘96” organizza, per le vie del centro storico di Casarano, la XIV edizione del presepe vivente

Sta per giungere alla fine della sua XIV edizione il presepe vivente di Casarano, realizzato dall’Associazione “Amici del presepe ‘96”. Come ogni anno l’itinerario del presepe percorre le principali e caratteristiche vie del centro storico, proseguendo con il percorso in antiche abitazioni di un tempo, per giungere in uno spettacolare frantoio ipogeo. Si parte da piazza d'Elia per condurre gli spettatori alla conoscenza dei trappiti, dei palazzi nobiliari in cui si incontreranno provetti attori nella rappresentazione dei mestieri più svariati: la lavorazione della cartapesta, dei cesti di vimini. il ferro battuto, il tombolo, la conciatura dei sandali e la preparazione della pasta. Sorpresa di questa edizione è un giardino riscoperto solo di recente, chiuso com’era tra le mura settecentesche prive d’accesso, ma che per questo ha mantenuto inalterati piccoli stralci di storia, come le singolari arnie da tufo con coperchio, incastonate al muro. Al termine dell’itinerario, è possibile assaporare le classiche “pittule” e degustare alcuni prodotti tipici del Salento. Il presepe resterà ancora aperto stasera e il 6 gennaio 2010, dalle 17.00 alle 21.30. L’intero ricavato della manifestazione sarà devoluto a sostegno di progetti di volontariato che l’associazione sostiene.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!