Sel: sensibilizzare alle morti bianche

La proposta del circolo cittadino di “Sinistra Ecologia e Libertà” al secondo anniversario della scomparsa di Luca Muscella

In occasione del secondo anniversario della morte di Luca Muscella, il circolo cittadino di “Sinistra Ecologia e Libertà” propone alle istituzioni di promuovere una campagna di sensibilizzazione sulle cosiddette “morti bianche”. “Siamo consapevoli – si legge nella nota di Sel – che un forte dolore non potrà mai essere attutito dalle semplici parole che, inevitabilmente, di fronte a simili situazioni, appaiono vuote, banali, retoriche. Il nostro vuole essere un messaggio di vicinanza – sottolinea la nota – la parola che non dimentica ma custodisce, non rimuove ma coltiva, non rinnega ma afferma, è la parola che oggi ci spinge a rinnovare il nostro sentimento di solidarietà alla moglie, ai figli ed a tutta la famiglia di Luca Muscella. Ogni assenza, ogni lontananza, ogni morte – conclude Sel – ha l’acre sapore dell’ingiusto, ma quando questa colpisce un uomo sul luogo di lavoro allora la tragedia diventa collettiva e l’ingiustizia assume dimensioni sociali”. Il 22 dicembre 2007, Luca Muscella, un operaio di Casarano, trovò la morte in fabbrica. Il giovane (allora aveva 33 anni) precipitò dal solaio di un deposito dell’industria calzaturiera “Filanto”, alto sette metri, mentre era intento a controllare un sistema di video-sorveglianza. Muscella era sposato e padre di due bambini.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!