Casarano. Rivoluzione bus

Meno chilometri e meno attese. Il Comune di Casarano ha rimodulato il servizio di trasporto pubblico urbano. Che diventerà occasione di incontri itineranti. In bus più belli

La giunta municipale ha deliberato la rimodulazione del servizio di trasporto pubblico urbano. Il nuovo progetto, che sarà attuato sempre dalla ditta “Tundo Vincenzo srl”, prevede la riduzione dei chilometri di percorrenza e dei tempi di attesa; la diminuzione dei costi e dei percorsi. La rimodulazione sarà attivata a titolo sperimentale per la durata di due anni. “Un servizio più efficiente – commenta il sindaco Ivan De Masi – vuol dire non solo riduzione delle spese, ma anche minore impatto ambientale, in virtù della decongestione del traffico. Ma c’è di più: il progetto prevede l’abbellimento degli autobus, che, resi più confortevoli, potranno essere usati anche per l’organizzazione di incontri itineranti. Un’ulteriore occasione di incontro e di confronto tra e con i cittadini”. Secondo il progetto i chilometri di percorrenza scendono dagli attuali 100mila all’anno a meno di 80mila, per un costo per l’Amministrazione di soli 35mila euro, contro gli attuali 196mila. In realtà il servizio, nel suo complesso, costerà poco meno di 150mila euro, coperti, per la maggior parte, dalla Regione Puglia, che ha inserito i trasporti pubblici nei servizi minimi ai sensi della Legge regionale 18/2002. “Lo scopo della rimodulazione – ha spiegato l’assessore delegato, Attilio De Marco – è quello di ridurre notevolmente i costi e di riorganizzare secondo criteri totalmente diversi l’attuale servizio che, di fatto, sin dalla sua partenza non ha soddisfatto le esigenze dei cittadini”. Saranno attivate due linee, entrambe con partenza da contrada Pietrabianca e capolinea in piazzale Stazione. Una linea coprirà la zona est del territorio urbano, mentre l’altra si snoderà nella parte ovest, avendo come punto di riferimento l’asse Pietrabianca-Stazione. Le due linee si incontreranno in piazza San Domenico. Ciò assicurerà un abbattimento dei tempi d’attesa, che saranno dimezzati rispetto agli attuali. Oggi gli autobus passano dalle varie fermate in media ogni 40-45 minuti. Con la rimodulazione del servizio, assicura Palazzo dei Domenicani, i tempi di attesa non supereranno i 20 minuti. “È nostra volontà – precisa l’assessore ai Trasporti, Marcello Torsello – rendere il servizio completamente gratuito per i cittadini. Questa è solo la prima fase del progetto. In un secondo momento, si individueranno delle zone periferiche da adibire ad aree di parcheggio, dove lasciare le auto e prendere la navetta per poter raggiungere il centro o le fermate degli autobus. Verrà attivato, infatti, un servizio navetta integrativo che consentirà l’accesso al centro storico. Quest’ultimo sarà chiuso al traffico, ma solo dopo gli interventi di recupero e valorizzazione che lo porteranno a divenire una sorta di centro commerciale diffuso”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati