Aggressione a Fernando Rizzello

L’esponente di “Io Sud” e coordinatore degli “assessorini” di Casarano è stato aggredito da due ragazzi giunti in scooter. Il sindaco: “Preoccupante clima di intolleranza”

Il referente del sindaco per gli staff assessorili, Fernando Rizzello, è stato aggredito, verbalmente e fisicamente, da due giovani in pieno centro cittadino. Erano le 17,15 dell’altra sera. L’esponente di “Io Sud” si trovava in via Magenta e si avviava a piedi verso il Municipio, quando è stato bloccato da due ragazzi giunti in scooter. Uno di questi è sceso dal mezzo, ha afferrato Rizzello per un braccio e lo ha sbattuto violentemente contro un muro per due volte, lanciando frasi di minaccia nei confronti suoi e del sindaco, Ivan De Masi. Rizzello, dopo essersi sottoposto alle cure dei medici del pronto soccorso dell’ospedale “Ferrari”, ha denunciato l’episodio ai carabinieri della stazione di Casarano. Il fatto ha naturalmente fatto il giro della città, producendo sconcerto e disappunto tra i casaranesi. Per il coordinatore degli “assessorini” sono arrivati i primi attestati di solidarietà, a cominciare da quello del primo cittadino, anche lui oggetto di minacce. “Il deprecabile gesto intimidatorio ai danni di Fernando Rizzello – ha scritto De Masi – cui va la sincera solidarietà mia personale e degli assessori, merita una riflessione. Il clima di intolleranza che sta attraversando l’intero Paese deve giustamente preoccupare, senza però scoraggiare, tutti coloro che hanno responsabilità politiche, sia al centro che in periferia. La violenza non può avere nessun tipo di giustificazione – prosegue il sindaco – men che meno quando essa contiene messaggi minatori nei confronti di chi sta cercando, con tutti i mezzi di cui dispone, di far fronte ad una situazione generale di certo non semplice, nell’unico interesse dei cittadini. Quest’Amministrazione ha sempre cercato di perseguire i valori del dialogo e del confronto dialettico – conclude De Masi –; personalmente ho instaurato un confronto diretto e quotidiano con i cittadini; sono uno dei pochi sindaci italiani ad avere un contatto costante con tutti attraverso la rete. Gradirei che, se qualcuno avesse qualcosa da dirmi, mi interpellasse personalmente. Questo, ovviamente, vale anche per i due ragazzi autori dell’aggressione”. Francesca Fersino, assessora alle Attività produttive, ricorda che questa è la seconda aggressione di carattere politico in città dalle elezioni. “L’episodio, che giunge a poche settimane da quello che ha visto coinvolto l’ex sindaco Remigio Venuti, è da condannare sotto tutti i punti di vista – afferma l’assessore – soprattutto in considerazione del fatto che la figura di Fernando Rizzello rappresenta la volontà dell’Amministrazione di aprirsi ai giovani. Quanto accaduto ci ha profondamente scosso, non solo perché ad essere preso di mira è stato un giovane, ma soprattutto perché Fernando Rizzello dovrebbe essere, anche per quei ragazzi che lo hanno aggredito, un punto di riferimento. Noi, comunque, abbiamo un progetto da realizzare e non ci faremo intimidire da simili deprecabili azioni”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati