Da gennaio torna il Lecce-Torino

Su proposta del ministro Raffaele Fitto, il Cipe riattiva l'Eurostar City soppresso qualche giorno fa con l'entrata in vigore del nuovo orario invernale di Trenitalia. Palese e Gabellone: “Questa è la politica dei fatti”

Il Cipe ha approvato il nuovo contratto di servizio di Trenitalia inserendo, su indicazione del ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, una prescrizione relativa al ripristino del collegamento Eurostar City Torino-Lecce, “la cui soppressione aveva destato preoccupazione soprattutto nelle province del Salento”. Ne dà notizia lo stesso ministro in una nota diffusa ieri pomeriggio a Bari. A partire da gennaio, con un’intesa che si realizzerà con Trenitalia, il servizio sarà riattivato. Fitto manifesta “piena soddisfazione per la disponibilità mostrata da Trenitalia per la riattivazione di un collegamento ferroviario indispensabile a garantire la mobilità tra il Salento e il resto del Paese”. Per il capogruppo di Forza Italia-Pdl alla Regione Puglia, Rocco Palese, “ancora una volta i fatti hanno sconfitto le chiacchiere”. “Da gennaio – sottolinea – grazie all’impegno del ministro Fitto, Trenitalia ripristina l’Eurostar Lecce Torino soppresso qualche giorno fa con l’entrata in vigore dell’orario invernale. Una penalizzazione ingiusta per il Salento e per la Puglia che avevamo stigmatizzato anche con l’approvazione unanime di uno specifico ordine del giorno in Consiglio regionale la settimana scorsa”. “Ma la Giunta Vendola non ha alzato un dito – osserva Palese – la sinistra pugliese è troppo impegnata a farsi guerra all’interno per occuparsi dei problemi reali dei cittadini. Quindi ci ha pensato il Governo nazionale. Stamattina il Cipe doveva approvare il nuovo contratto di servizi di Trenitalia e, quindi, stanziare i finanziamenti statali e, su segnalazione del ministro Fitto, nel contratto è stata aggiunta la prescrizione per Trenitalia di ripristinare l’Eurostar Lecce-Torino che quindi tornerà in servizio a gennaio, con applicazione del nuovo contratto approvato oggi dal Cipe. Per fortuna, quindi – conclude – Fitto è riuscito a fare in modo che i tanti disagi delle popolazioni del Salento e dell’intera Puglia, durassero solo qualche giorno. E’ la differenza tra la politica delle inutili polemiche e la politica dei fatti”. Per il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, “ancora una volta la politica dei fatti e delle azioni concrete paga, perché il Salento ri-ottiene nuovamente ma soprattutto immediatamente il Lecce – Torino da TrenItalia, grazie all’intervento decisivo, tempestivo e mirato del ministro Raffaele Fitto”. “Il Governo Nazionale ed una delle sue figure più meridionaliste, ossia il ministro Fitto”, commenta ancora Gabellone, “dimostrano ancora di non aver affatto dimenticato il Sud ed il Salento e le esigenze legittime di migliaia di utenti di TrenItalia. Dobbiamo riconoscere, come territorio e come istituzioni, la valenza dell’impegno portato avanti in questa direzione dal Ministro salentino, che ha evitato in poche ore importanti disagi e disservizi, continuando invece a garantire con certezza una tratta che è prioritaria negli spostamenti professionali e di studio di migliaia di nostri conterranei”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!