Violenza ad un trans nella via del sesso

Lecce, via Martiri d’Otranto. A bordo di una Ford Focus lo hanno avvicinato ed hanno iniziato ad offenderlo. Alla sua reazione, sono scesi e l’hanno aggredito. Arrestati

Si ritorna a parlare di via Martiri d’Otranto a Lecce, nei pressi della stazione ferroviaria. Una delle cosiddette “vie del sesso”. Divenuta nuovamente, nella tarda serata di mercoledì scorso, teatro di violenza. A farne le spese è stato un transessuale, aggredito da due uomini e salvato dall’intervento di un passante. I due, a bordo di una Ford Focus, hanno avvicinato il transessuale e dopo uno scambio di battute hanno iniziato ad offenderlo pesantemente. Questi ha reagito in maniera probabilmente inaspettata dai due e si è scagliato contro l’auto. La rissa si è immediatamente scatenata e gli attaccabrighe hanno preso a calci e pugni il malcapitato. Fortunatamente quanto stava accadendo non è passato inosservato ad un uomo che si trovava nei paraggi e che è stato attirato dalle grida, il quale ha subito allertato la Polizia affinché sedasse la lite. All’arrivo del 113, la Ford Focus si era già allontanata ma è stata, tuttavia, individuata non troppo distante da lì, in viale Marche. Per i responsabili dell’aggressione è scattata la denuncia per lesioni personali; il conducente, che è risultato positivo all’alcoltest, è stato denunciato anche per guida sotto l’effetto di alcol ed ha subito il ritiro della patente. La vittima dell’aggressione è stata condotta in ospedale; le sue lesioni sono state giudicate guaribili in 15 giorni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!