Favoreggiamento. Indagata la nonna della piccola testimone

Con l’accusa di favoreggiamento la nonna della bambina che avrebbe visto l’omicidio di Peppino Basile è stata iscritta nel registro degli indagati. Avrebbe assistito alla scena ma l’ha sempre negato; non solo: avrebbe cercato di far tacere la piccola testimone oculare ed il fratellino, al quale questa aveva raccontato tutto. I due bambini, nella loro ricostruzione di quanto avvenuto in quei giorni, sono stati creduti; la nonna no. E’ considerata, infatti, come interessata a coprire i due presunti killer del consigliere comunale, per un rapporto di amicizia con la moglie di Colitti senior, “commare Tetta”; ma i motivi potrebbero essere altri. “La nonna mi ha detto di non dire niente a nessuno della morte di Peppino”, avrebbero dichiarato i due. Tesi confermata dalla madre, ovvero dalla figlia dell’indagata.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati