Lilt. Una “stella” per accendere la speranza

GUARDA IL VIDEO. Il 6,7 e 8 dicembre torna l'appuntamento con la vendita delle “stelle di Natale” della Lega contro i tumori di Lecce. I fondi raccolti saranno destinati alla realizzazione del Centro “Ilma” di Gallipoli. Tutti gli aggiornamenti sui lavori nell'intervista al presidente dell'associazione, l'oncologo Giuseppe Serravezza

Il 6, 7 ed 8 dicembre, i volontari della Lega contro i tumori (Lilt) di Lecce saranno in piazza, in occasione del tradizionale appuntamento della “Giornata della Speranza” con la vendita delle “stelle di Natale”. Saranno interessati dall’iniziativa tutti i comuni della provincia. E’ la diciottesima edizione di questa manifestazione, organizzata per raccogliere fondi a sostegno delle attività e dei progetti della Lilt di Lecce, come spiega il presidente dell'associazione, l'oncologo Giuseppe Serravezza: LE ATTIVITA' DELLA LILT DI LECCE Ogni giorno, grazie all’opera generosa di trecento volontari (medici, infermieri, psicologi, educatori e semplici cittadini), la Lilt assicura gratuitamente alla popolazione salentina una serie di importanti servizi: educazione sanitaria sulla prevenzione e sulla lotta ai fattori di rischio ambientale, con incontri, conferenze, dibattiti, e diffusione di materiale divulgativo, soprattutto nelle scuole; prevenzione clinica con visite specialistiche nei nostri quindici ambulatori (Casarano, Lecce, Gallipoli, Maglie, Nardò, Veglie, Aradeo, Galatina, Collemeto, Copertino, Strudà, Martano, Alezio, Carmiano e Montesano Salentino) (oltre 8000 prestazioni l’anno); sostegno psicologico a pazienti e familiari; assistenza domiciliare oncologica ai pazienti terminali, con tre équipes medico-infermieristiche (650 sono le persone seguite annualmente); trasporto gratuito a Lecce dei pazienti che necessitano di radioterapia. IL CENTRO “ILMA” DI GALLIPOLI E' una struttura polivalente per la prevenzione, la ricerca e l’assistenza, patrimonio del Salento, che ospiterà un Centro Studi e Ricerche, con Biblioteca pubblica, Auditorium e strutture didattiche, un Centro di Prevenzione clinica, un Centro di Riabilitazione del malato oncologico ed un Hospice per i malati in fase avanzata. I lavori per la realizzazione dell’opera sono in corso e presto si porrà mano all’edificazione del primo modulo, destinato alla ricerca, prevenzione e riabilitazione.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!