Processo Fitto: Sit-in di protesta da parte dell'IdV

GUARDA IL VIDEO. Pierfelice Zazzera, politico pugliese ed esponente dell’Italia dei Valori, spiega le motivazioni della protesta di questa mattina dinanzi alla Procura di Bari

Singolare sit-in di protesta questa mattina dinanzi agli Uffici Giudiziari di via Nazariantz a Bari. Un’iniziativa promossa dall’Osservatorio Regionale sulla Legalità e dall’Idv, a cui hanno partecipato il responsabile dell’osservatorio Michele Cagnazzo, l’Onorevolle Pierfelice Zazzera, il Senatore Pino Caforio, il Consigliere Regionale Giacomo Olivieri, i Consiglieri Comunali Pasculli e Tomasicchio ed altri esponenti e simpatizzanti di circoli e associazioni cittadine. Con questo sit-in gli organizzatori hanno voluto ribadire la ferma volontà di chiedere chiarezza, verità e giustizia nell’inchiesta sulla sanità pugliese, nodo nevralgico della campagna elettorale per le prossime regionali. Nella mattinata era inoltre prevista l’udienza (poi saltata a causa dello sciopero degli avvocati penalisti) a carico del minstro Raffaele Fitto. Altro punto cardine del sit-in è il processo breve, una riforma che, a detta degli organizzatori, è una vergogna, un’amnistia mascherata che garantirà l’impunità a migliaia di criminali. L’Onorevole Pierfelice Zazzera, politico pugliese ed esponente dell’Italia dei Valori, spiega le motivazioni della protesta.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!