Una testa di maiale sotto casa di Padovano

GUARDA IL VIDEO. Alla testa era legato un biglietto: “Rosario”. Da alcuni giorni, Rosario Padovano è in carcere con l’accusa di aver ordinato l’omicidio del fratello, boss della Scu, “Nino Bomba”. Diverse le letture possibili

Gallipoli, via Garibaldi. Una testa di maiale mozzata e legata al cancello di casa di Anna Pianoforte, madre di Rosario Padovano, 38 anni. Che da alcuni giorni si trova in carcere con l’accusa di aver ordinato l’omicidio del fratello, Salvatore Padovano, detto “Nino Bomba”, boss della Sacra Corona Unita, che si è consumato di fronte alla pescheria del cugino due estati fa. Alla testa dell’animale era legato un biglietto con su scritta solo una parola: “Rosario”. Impossibile equivocare il destinatario del messaggio. Quale sia il significato, invece, è ancora da definire, perchè potrebbe essere una minaccia o una condanna nei confronti dell’uomo oppure oppure potrebbe avere altre letture che la momento sfuggono agli uomini delle forze dell’ordine. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Gallipoli, allertati dai vicini di casa della donna.

Leave a Comment