Tricase. Giunta nuova, nomi vecchi

Gli assessori sono gli stessi; hanno solo, e in alcuni casi, cambiato delega. La nuova vecchia squadra sarà presentata sabato. Quando verrà indicato anche il nuovo (o forse vecchio) vicesindaco

di Annalisa Nesca Nuova Giunta e vecchi nomi per l’amministrazione comunale a Tricase. Dopo settimane di “tira e molla” alimentate da indiscrezioni, voci di corridoio e certezze puntualmente disattese giunge la tanto attesa decisione. Si abbandona la giunta “fantasma” nominata ma mai effettivamente esecutiva e si torna indietro di due mesi con il varo della nuova giunta composta dagli stessi assessori con cui l’amministrazione di Antonio Musarò era partita nel giugno del 2008. Solo con qualche modifica nelle deleghe. E dunque tornano i sette componenti più bistrattati e discussi. Tony Scarcella mantiene le deleghe alla Sanità, Politiche comunitarie, Programmazione economica e strategica e il Bilancio; Rocco Piceci passa allo Sviluppo Economico, Attività produttive e Marketing territoriale, deleghe che prima erano di Claudio Pispero che oggi assume l’incarico per Politiche Sociali, Osservatorio dei bisogni, Politiche del Lavoro e della Formazione. A Giuseppe Cazzato restano i Lavori Pubblici, i Servizi di manutenzione, la qualità urbana, le politiche energetiche e l’Ambiente; Nunzio Dell’Abate continua con il Turismo, la Cultura, lo Spettacolo, le Politiche Giovanili, il Volontariato, l’Associazionismo, le Pari Opportunità e lo Sport. Mantengono le vecchie nomine anche Ippazio Cazzato alla Pubblica istruzione, Contenzioso, Politiche della partecipazione e Vito Zocco alla Sicurezza e protezione civile, Polizia locale, qualità dei servizi, Comunicazione, Organizzazione e Personale, Innovazione tecnologica e e-government. Il sindaco Antonio Musarò, che ha comunicato le nomine nella tarda serata di ieri, ha sottolineato che questo accordo è stato raggiunto in piena armonia, componendo una squadra pronta a ripartire lasciando alle spalle i dissapori e le incomprensioni. La nuova “vecchia” giunta verrà ufficialmente presentata sabato mattina alla presenza di Raffaele Fitto, ministro per gli Affari regionali e di Antonio Gabellone, presidente della Provincia, e nella stessa occasione verrà comunicato il nome del nuovo, e forse anche stavolta “vecchio”, vicesindaco. Si passerà poi al vaglio del consiglio comunale per l’esecutività.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!