Lui/Lei/Lou

Quando le cattive strade portano sul nostro lato selvaggio

Holly è arrivata in autostop da Miami; un tocco alle sopracciglia, una rasatina alle gambe ed ecco che lui (si chiamava Haroldo) diventa lei. Candy Darling si chiamava James ed era la “darling” di tutti, ma non ha mai perso la testa nemmeno durante un pompino. Joe non lo dava gratis, tutti dovevano pagare e pagavano. La Fata Confetto cercava nutrimento per l’anima e un posto dove mangiare; batteva. Jackie è andata; si credeva James Dean e lo sapevo che prima o poi si sarebbe schiantata. “Walk on the Wild Side” ha una doppia linea di basso che sembra cadenzare l’ingresso in un girone infernale. Più avanti c’è un sax baritono che fa Dante e butta giù un commento compiaciuto, sfumato. Pare che Lou Reed abbia preso il titolo da una canzone di Elmer Bernstein e Mack David che parla appunto di peccatori smarriti sul cammino per la terra promessa (una notte a pregare e sei a godere). Ma la terra dove, fra una botta e l’altra, ti dicono: fatti un giretto sulla cattiva strada, quella è New York, Lou non sembra aver dubbi. Non sa cosa succede a Roma da quasi tremila anni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!